* INFORM *

INFORM - N. 106 - 31 maggio 2001

Trentennale dell'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi. Una splendida serata jazz con Paolo Fresu

NAIROBI - Alla presenza di più di 400 persone, tra cui diversi ambasciatori e diplomatici, il "Paolo Fresu Quartet" ha offerto a Nairobi, martedì 29 maggio, uno splendido e applauditissimo concerto jazz. Il concerto, realizzatosi nel quadro delle celebrazioni per il trentennale dell'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, si è svolto presso il "Carnivore's Simba Saloon", ritenuto il tempio della musica jazz in Kenya. E' ormai consuetudine che il nostro Istituto offra ogni anno, presso questo locale, il meglio della musica jazz italiana. Si sono esibiti negli anni scorsi la Band di Gaslini, la Jazz Art di Brescello, lo Ialsax Quartet e il Gasp Quintem .

Il complesso guidato da Fresu, integrato dal pianista Roberto Cipelli , il contrabbassista Attilio Zanchi e il batterista Ettore Fioravanti, è reputato uno dei migliori a livello mondiale, e oltre a possedere una abbondantissima discografia, vanta numerosi premi internazionali, tra cui il recentissimo "Django D'or", ottenuto in Francia, lo scorso marzo, per il disco "Melos",

Nato nel 1984, il "Paolo Fresu Quartet" (che agisce talora anche come quintetto) e' stato fondato da Paolo Fresu e Roberto Cipelli. Nel 1985 ha registrato il CD ‘Ostinato’ per la Splasc(h) Records e nel 1986, insieme al noto jazzista americano Dave Liebman, il CD ‘Inner Voices’, che lo ha subito consacrato come uno dei migliori complessi jazz italiani ed europei. Da allora l'attività concertistica, discografica e didattica del gruppo e' proseguita a ritmi assai intensi.

Nel 1990 ha ottenuto il Premio "Top Jazz" assegnatogli dalla rivista ‘Musica Jazz’ come il miglior complesso italiano e da allora la sua produzione discografica viene regolarmente occupando posizioni di vertice. La rivista specializzata americana "Cadence’s", nel 1985, definì il disco ‘Ostinato’ uno dei più interessanti registrati quell'anno.

Il disco ‘Night on the City’ inciso per le edizioni discografiche francesi OWL ha vinto il Premio ‘Choc’ assegnato dalla rivista "Jazzman" nel 1995 e ha permesso a Paolo Fresu di vincere quello stesso anno anche i premi concessi dalla "Academie du Jazz" di Parigi e il "Django d’Or’ come miglior musicista jazz europeo. Premio, quest'ultimo, bissato - come già detto- anche quest'anno.

L'attenzione dedicata dei media locali al concerto di Nairobi è stata grandissima, anche prima della sua stessa realizzazione. Tutti i principali quotidiani keniani hanno dedicato lunghi articoli al "Paolo Fresu Quartet" e tutte le principali catene televisive nazionali, pubbliche e private hanno registrato lunghi servizi, prima e durante il concerto. La Metro TV lo ha poi trasmesso in diretta e lo replicherà nei prossimi giorni. (Inform)


Vai a: