* INFORM *

INFORM - N. 104 - 29 maggio 2001

Umanesimo Latino: successo per il convegno di Belo Horizonte

BELO HORIZONTE – L'11 e 12 maggio si è svolto a Belo Horizonte, la grande metropoli di circa tre milioni di abitanti, capitale dello Stato di Minas Gerais nel Brasile centrale, il convegno promosso dalla Fondazione Cassamarca di Treviso dall’ambizioso titolo "Humanismo latino no Brasil de hoje". Si è tenuto presso la sede e sotto il patrocinio della PUC di Minas Gerais, ovvero la Pontificia Universidade Catolica de Minas Gerais, e ha fatto registrare la presenza di più di 600 persone. Infatti l’importanza dell’argomento trattato ha destato molta attenzione negli ambienti universitari brasiliani e ha richiamato tanta parte della intellighenzia accademica del paese sud americano. Foltissima è stata la presenza di professori universitari e ricercatori provenienti da tutte le maggiori università del Brasile; non minore tuttavia è stata la partecipazione di studenti universitari, tutti ugualmente e fortemente interessati ai lavori del convegno.

Notevole il successo, grazie soprattutto alla efficiente ideazione e organizzazione curata da un lato dalla Fondazione Cassamarca, dal suo presidente, Avv. On. Dino De Poli, con la collaborazione del Dott. Arno Dal Ri, coordinatore UTRIM-ULM, e dall’altro lato dalla PUC di Minas Gerais, dal suo Magnifico Rettore, Prof. Padre Geraldo Magela Teixeira e da tutti gli studenti che hanno collaborato all’iniziativa.

Il convegno si è aperto con i saluti del Cardinale Arcivescovo di Belo Horizonte, Dom Serafim Fernades de Araujo, del Magnifico Rettore Padre Geraldo Magela Teixeira, e dell’instancabile Presidente della Fondazione Cassamarca di Treviso, On. Avv. Dino De Poli, il quale in particolare ha evidenziato che, così come tutti i pozzi profondi sono tra di loro intercomunicanti, anche la cultura e i valori profondi delle gentes di origine latina poggiano su una comune base profondamente umanistica, e che il convegno di Belo Horizonte aveva l’importante e ambizioso compito di svelare e approfondire tale base comune, facendola emergere da ciò che oggi è peculiarmente Umanesimo latino in Brasile.

Di qui hanno preso le mosse gli interventi e le tavole rotonde dei due giorni, aperti dall’intensa "conferencia" tenuta dal Prof. Padre Henrique de Lima Vaz (PUC-Minas), dal titolo "A funçao do humanismo hoje", fortemente ispirata al pensiero umanistico di Jacques Maritain.

Di grande interesse al termine del primo giorno è stata poi la tavola rotonda, moderata dal Prof. Jayme Paviani (PUC/RS), alla quale hanno partecipato i professori Ari Pedro Oro (UFRGS), Luis Carlos Bombassaro (UFRGS) e Ricardo Timm de Souza (PUC/RS); in questa sede si sono approfonditi gli aspetti dell’Umanesimo latino nella realtà brasiliana di oggi sotto il profilo filosofico, antropologico e teologico.

La giornata si è conclusa con la bellissima Missa Conga, la messa nel cosiddetto "rito afro-brasiliano", celebrata da Dom Josè Maria Pires, Vescovo emerito de Paraìba, che ha mostrato a tutti quanto gioioso, vitale e coinvolgente sia il modo di celebrare la messa dei neri brasiliani, nel quale tutti i linguaggi dal parlato al musicale a quello corporeo hanno piena e libera manifestazione.

Nella giornata di sabato si sono susseguite nella mattinata la tavola rotonda sugli aspetti sociologici, giuridici e organizzazionali dell’umanesimo latino nel Brasile odierno, con gli interventi dei Professori Maria Cristina Seixas Villani (PUC-Minas), Ubaldo Cesar Balthazar (UFSC) e João Benjamin da Cruz Jr. (UFSC), con la moderazione del Dott. Arno Dal Ri Jr. (Bocconi-Milano), e quella sugli aspetti filosofico, storico e giuridico, con Professori Marcelo Perine (USM/SP), Vamireh Chacon (UnB), Fernando Correia Dias (UFMG); moderatore il Rettore Padre Teixeira (PUC-Minas). Nel pomeriggio si è svolta poi la tavola rotonda, di argomento per così dire "locale", intitolata "Humanismo Classico em Minas", con al partecipazione dei Professori João Antonio De Paula (UFMG), Caio Boschi (PUC-Minas), Mariza Guerra De Andrade e Angela Vaz Leão (PUC-Minas). Sono seguiti poi gli interventi dei singoli partecipanti, dai quali sono nate vivaci discussioni, la conclusione nella serata ed il saluto finale del Magnifico Rettore. (Simone Rossini-Inform)


Vai a: