* INFORM *

INFORM - N. 104 - 29 maggio 2001

Ad Algeri, il 31 maggio e 1° giugno, la riunione della Commissione continentale Europa-Nord Africa del CGIE

ROMA - Si svolge ad Algeri il 31 maggio e il 1° giugno, la riunione continentale Europa-Nord Africa del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. Molto significativa - rileva Franco Santellocco, consigliere CGIE per il Nord Africa e presidente della Commissione Formazione, Impresa, Lavoro e Cooperazione - la scelta di Algeri come città che ospita i lavori della Commissione d’area del CGIE, sottolineata anche in occasione dell’Intercomites Algeria-Marocco-Tunisia tenutosi lo scorso aprile. Già allora, infatti, era stato evidenziato come la scelta di Algeri, dove vivono circa 2.500 italiani, quale sede di un così importante appuntamento che coinvolgerà i nostri connazionali residenti in Africa, costituisca un reale riconoscimento alle loro potenzialità e capacità, una ulteriore valorizzazione di questa significativa presenza. Una presenza che certamente rappresenta il nuovo dell’emigrazione, considerato che si può definire "un’emigrazione fatta da tecnici a seguito di impresa", ma allo stesso tempo in grado di valorizzare strumenti che hanno contribuito a far crescere l’emigrazione tradizionale. Basti pensare alla fitta e proficua rete di associazioni che i nostri connazionali sono riusciti a creare e conservare, rendendo, anzi, questi organismi, sempre più vivi ed efficienti, in grado non solo di intervenire all’interno della stessa comunità italiana, ma di espandere le loro iniziative anche a favore della collettività autoctona.

Un appuntamento dunque molto atteso, sia da parte della comunità italiana, sia da parte delle autorità algerine, tanto che il Ministro delegato agli Esteri per Comunità nazionali all’Estero e Cooperazioni regionali, Abdelaziz Ziari, porterà i saluti delle autorità algerine ai partecipanti al consesso. Inoltre, il ricco calendario di appuntamenti, che non ha tralasciato neanche l’aspetto turistico, certamente è segno di quanto sia atteso dalla comunità l’evento.

Il programma dei lavori avrà inizio nella mattinata di giovedì 31 maggio (presso l’Hotel Sheraton, Club de Pins/Algeri, Tel. 00213 21 377777 - Fax 00213 21 377700), con i saluti dell’Ambasciatore d’Italia in Algeria Romualdo Bettini, del membro del Comitato esecutivo del "Forum des Chefs d’Entreprises" Tewfik Ghersi, del prof. Franco Santellocco, Consigliere CGIE per il Nord Africa, e del Vice Segretario generale del CGIE per l’Europa e il Nord Africa Giovanni Farina.

Il primo punto all’ordine del giorno prevede la trattazione del tema della partecipazione ai diritti civili e politici, con l’illustrazione della "Carta dei diritti fondamentali dell’Unione" che riunisce in un unico testo i diritti civili e politici, economici e sociali, del cittadino europeo, suddividendoli nelle categorie principali: Dignità, Uguaglianza, Solidarietà, Cittadinanza e Giustizia. Il relatore di questa parte del dibattito sarà Giovanni Farina.

Successivamente si parlerà di un argomento più specifico, ossa il ruolo dei cittadini italiani nel Maghreb nei processi di cooperazione e di sviluppo. Relatore sarà il prof. Franco Santellocco, Presidente della V Commissione del CGIE - Sviluppo e Cooperazione.

Dopo una breve pausa i lavori della Commissione continentale proseguiranno con una relazione su realtà e prospettive della politica mediterranea e di cooperazione dell’Ue, presentata dall’Ambasciatore delegato ad Algeri e capo della delegazione della Commissione europea Lucio Guerrato.

Successivamente sono previsti interventi che verteranno sullo stato di attuazione dei diritti civili e politici in ogni singola nazione, comunitaria e non.

Nel pomeriggio, e fino alla conclusione dei lavori della prima giornata della riunione di Algeri, si proseguirà con il dibattito e si succederanno vari interventi.

Nella seconda ed ultima giornata di riunione della Commissione Europa-Nord Africa si affronterà il tema della Conferenza Stato-Regioni, con particolare riferimento all’attuale stato di programmazione e ai contributi della stessa Commissione continentale. Relatore sarà Elio Carozza, Presidente della VI Commissione del CGIE. Dopo ulteriori interventi nel corso del dibattito, i lavori della riunione di Algeri si concluderanno con l’approvazione del Documento finale. (Inform)


Vai a: