* INFORM *

INFORM - N. 101 - 25 maggio 2001

Centofanti (CGIE USA) replica a Nardi (CGIE Svizzera): "C'e' posta per te"

FILADELFIA - Dino Nardi ha studiato matematica con lo stesso insegnante di Rutelli. Una settimana prima del 13 maggio aveva scoperto il sorpasso e nonostante la sonora sconfitta ancora ci crede. Continua a parlare di grande successo della sinistra e non si rende conto di quanto è ridicolo. Parla di inadempienze del Governo Berlusconi che non esiste ancora. E' ancora su una barricata che è stata distrutta da due settimane. E' affetto da logorrea acuta. Il caro Dino è una persona intelligente ma appartiene a quella schiera di esperti in dialettica marxista che in teoria possono dimostrare che il bianco in realtà è rosso. Addizionano mele e pere ed ottengono cocomeri. Non vogliono rendersi conto che l'unico modo per analizzare intelligentemente il risultato delle elezioni è contare i voti della proporzionale dove la maggior parte dei votanti vota secondo la propria appartenenza partitica e impegno ideologico. Per il Senato specialmente a volte conta la personalità del candidato, spesso non impegnato ideologicamente e l'ingarbugliato sistema elettorale. Nel proporzionale alla Camera il centrosinistra (Ds, Margherita,Girasole, Pcdi, Rif. Com., Di Pietro) ha preso 16.181.971 voti. Il centrodestra (FI,AN,Biancofiore,Lega Nord, Nuovo Psi, Fiamma) ha preso 18.300.037 voti. Il centrodestra ha quindi preso 2.259.436 voti in più. E questa è la comune matematica delle elementari. Senza contare la Lista Bonino, Dem. Europea e Altre Liste che io credo per almeno due terzi potrebbero essere assegnati al centrodestra. Solo con la fantasia si può credere che si possa ottenere una stragrande maggioranza in ambedue le Camere perdendo o a parità

Caro Dino svegliati e se conosci Rutelli cerca di svegliare anche lui e fallo tornare alla realtà. Fagli capire che i colleghi dell'Ulivo sono felicissimi e agevolano questo processo di autodistruzione iniziato dal momento della sua designazione a Capo dell'Ulivo. Prevedendo infatti la sconfitta essi hanno trovato il bell'attore che recita a soggetto, con quel sorriso stereotipato che dice un "cofano" di fesserie ogni volta che apre la bocca e lo hanno rieletto ora "capataz" della opposizione in attesa della riorganizzazione dell'esercito sconfitto e del nuovo stato maggiore. A questo punto il logorroico attore sarà messo da parte e i soliti papaveri riprenderanno le redini dell'apparato del centro sinistra. Noi intanto caro Dino continueremo a combattere in seno al CGIE per far approvare la legge ordinaria che consentirà a noi italiani all'estero di votare alle prossime elezioni e faremo pressioni perché venga istituito il Ministero (senza portafoglio) degli italiani nel Mondo. (Enzo Centofanti) Enzofanti@aol.com


Vai a: