* INFORM *

INFORM - N. 101 - 25 maggio 2001

Mons. Alfredo M. Garsia visita alcune missioni italiane della Baviera. Una rinnovata richiesta di "missionari d’emigrazione"

augsburg-nürnberg - Conclusa l’Assemblea Generale della CEI, il presidente della Migrantes, mons. Alfredo M. Garsia, nei giorni 19 e 20 maggio si è recato in Germania, per una visita alle Missioni Cattoliche Italiane di Augsburg e Norimberga.

Ad Augsburg ha incontrato anche la Commissione del Consiglio diocesano "Europa e Cittadinanza straniera" ed ha svolto un tema sull’immigrazione in Italia: "Il fenomeno dell’immigrazione nel contesto socio-ecclesiale italiano". Alla riunione partecipavano come invitati anche italiani, esponenti della Missione Cattolica Italiana, della Caritas, del Movimento Cattolico Lavoratori tedeschi e delle ACLI. Alla relazione del vescovo ha fatto seguito un interessante dibattito, con domande dei membri della Commissione sulla situazione dell’immigrazione in Italia e degli italiani che auspicano, finalmente, di poter votare anche per posta.

Nel tardo pomeriggio di sabato 19 mons. Garsia ha raggiunto la Missione italiana di Norimberga, dove, con il segretario mons. Gaetano Canalella, ha incontrato la comunità italiana, i cresimandi ed i loro parenti, in preparazione alla "festa" dell’indomani. Domenica, la celebrazione dell’Eucaristia, con l’amministrazione di un Battesimo a una bambina e della Confermazione a 18 giovani, è stata solenne e partecipata da tanti italiani emigrati.

Il presidente della Migrantes al termine dei due giorni di incontri si è così espresso: "Ancora una volta ho toccato con mano le difficoltà in cui si trovano le Missioni Cattoliche Italiane in Germania: per l’insufficienza del personale religioso (sacerdoti, suore), la cui età media cresce e per il numero che sempre diminuisce. Una necessità ricordata anche dal cardinale Camillo Ruini nel corso dell’Assemblea Generale dei vescovi italiani". Negli ultimi anni in Germania è di molto diminuito il numero dei sacerdoti italiani che curano pastoralmente le nostre comunità. Attualmente sono attivi 85 missionari italiani che assistono spiritualmente 630.000 italiani in 87 Missioni cattoliche italiane. (Migranti press/Inform)


Vai a: