* INFORM *

INFORM - N. 100 - 24 maggio 2001

Fra Trentino e Baviera una collaborazione operativa

TRENTO - Guardarsi, confrontarsi, capirsi e crescere insieme. E’ ciò che da ormai quasi quindici anni fanno il Trentino e la Baviera. A Riva del Garda, il gruppo di contatto è tornato a riunirsi. Da una parte i funzionari della Provincia autonoma di Trento, dall’altra quelli del Libero Stato bavarese. I tecnici si sono confrontati soprattutto su sei grandi temi che stanno a cuore alle due realtà e all’Europa: agricoltura; ambiente; sanità; traffico; cultura e formazione; edilizia.

Fra le novità più importanti, l’idea di costruire un altro Geie, gruppo economico di interesse europeo, che consenta di affrontare in modo unitario tutte le questioni legate al potenziamento della ferrovia Monaco-Verona.

Interessante – come è stato ribadito da Carlo Basani, dirigente generale del dipartimento rapporti comunitari e relazioni esterne della Provincia autonoma di Trento e da Hans Mayer, direttore generale della Baviera – anche quanto emerso in seno al gruppo di lavoro sull’agricoltura e sull’ambiente. Si è infatti rilanciata la collaborazione a due nell’elaborazione di direttive di attuazione delle normative per la difesa dei volatili nei boschi, nonché nello studio dell’inquinamento dei boschi nel territorio alpino. Si è anche intensificato il rapporto fra Bayerische Akademie für Naturschutz und Landschaftspflege e il centro di ecologia alpina di Trento anche in vista dell’anno internazionale della montagna nel 2002.

Si è discusso anche di percorsi ciclopedonali (all’argomento sarà dedicato molto presto uno specifico workshop), e si è avviato un interessante scambio di esperienze nei settori dei centri storici, della programmazione territoriale e della tutela del paesaggio.

Nell’incontro al Palacongressi di Riva del Garda s’è avuto modo di evidenziare l’utilità di un confronto fra l’Ufficio neve, valanghe e meteorologia, Meteotrentino e l’analoga struttura tecnica bavarese.

I funzionari trentini e tedeschi hanno anche avviato un confronto sulla sanità (in particolare sull’accesso alle prestazioni, sull’attività libero professionale nelle strutture sanitarie pubbliche e sull’accreditamento delle strutture sanitarie). Si rafforzerà la collaborazione – con scambi di educatrici e con un’intensificazione dei confronti fra docenti e fra studenti – anche nel campo della cultura e della formazione, coinvolgendo anche la scuola di formazione dei docenti di Rovereto.

Dopo un’analisi delle questioni legate all’edilizia, la Provincia autonoma di Trento e il Libero Stato di Baviera si sono lasciati con l’intenzione, in vista del quindicesimo anniversario del prossimo anno, di rendere sempre più operativa una collaborazione che ha già dato tanti frutti. (a.f.-Inform)


Vai a: