* INFORM *

INFORM - N. 100 - 24 maggio 2001

Emergenza consolare in Argentina

Sorteggi per il rilascio e rinnovo dei passaporti a Buenos Aires Macrì (CGIE) conferma il successo del primo esperimento

BUENOS AIRES - E' andato bene il primo esperimento di sorteggio per i turni nel rilascio e rinnovo dei passaporti, attuato dal Consolato Generale d'Italia di Buenos Aires per far fronte alla situazione di emergenza ed evitare le file. Lo conferma Antonio Macrì, vice segretario generale del CGIE per l'America Latina in una nota inviata al segretario generale del CGIE Franco Narducci e al direttore generale per gli Italiani all'estero del Mae, ministro Carlo Marsili. Fermo restando che non si dovrebbe arrivare a queste situazioni per i tanti motivi che conosciamo - scrive Macrì - devo dire però che questo primo esperimento ha dato risultati ottimi. Si sono riunite nel Teatro Coliseo le prime 600 persone. Con un sistema un po' complicato da spiegare si sono fatti i sorteggi (50 turni al giorno) prevedendo anche un particolare trattamento per le "urgenze". In due ore le 600 persone hanno ottenuto per lo meno una buona attenzione e la garanzia di un turno sicuro. Niente file, niente "commercio", tanta sicurezza. Il "cliente" è il miglior giudice: a più riprese ci sono stati applausi e complimenti.

Il vice segretario del CGIE dà quindi atto al Console Generale Palladino e alla sua "squadra" che, almeno per ora, la prova è stata coronata dal successo: un sistema che potrebbe essere raccomandato per gli altri Consolati ingolfati dalle pratiche. Seguirò da vicino l’evolversi degli avvenimenti - conclude Macrì -, consapevole sempre che si stanno utilizzando sistemi speciali per una situazione d’emergenza. Altra cosa è il riacquisto della cittadinanza, per la quale vedremo tra pochi giorni per che anno saranno comunicati i turni via posta. (Inform)


Vai a: