* INFORM *

INFORM - N. 99 - 23 maggio 2001

I 25 anni dell'associazione degli egiziani di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA - Nozze d’argento della comunità egiziana con la città di Reggio e con i reggiani. E’ infatti da venticinque anni che l’Associazione degli egiziani immigrati a Reggio Emilia si è costituita a livello provinciale. Si tratta dell’associazione più "anziana" tra quelle che rappresentano le ormai numerosissime comunità etniche presenti nel reggiano, tant’è vero che i figli e le figlie dei primi immigrati egiziani sono ormai "reggianissimi" a tutti gli effetti, così come i loro padri, che da tempo sono inseriti nella comunità cittadina.

Infatti, come precisa Dante Bigliardi, "anima" della Federazione lavoratori emigrati e famiglie, meglio nota come FILEF, "una parte dei componenti della comunità egiziana ha acquisito la cittadinanza italiana, e quindi il diritto di voto: alcuni hanno votato, per la prima volta, il 13 maggio. Nei giorni scorsi, festa grande, organizzata al circolo Buco Magico dall’associazione egiziani in collaborazione con la Filef, nella quale si sono celebrati, oltre al compleanno dell’associazione, anche l’adesione ai valori della festa dei lavoratori e il contributo che gli egiziani, con la propria attività, hanno dato e danno allo sviluppo della società reggiana.

Alla festa hanno partecipato, oltre che, ovviamente, la numerosa comunità egiziana, anche esponenti del mondo politico e amministrativo, quali l’onorevole Antonio Soda, il segretario dei Ds Maino Marchi e l’assessore comunale ai Servizi sociali Anna Maria Mariani.

Trattandosi di festa, non potevano mancare i momenti conviviali: ed ecco i ritmi della tradizione musicale di Sami Gad, con le atmosfere arabeggianti, e l’immancabile danzatrice del ventre. (el.t.-Emigrazione notizie/Inform)


Vai a: