* INFORM *

INFORM - N. 98 - 22 maggio 2001

In Abruzzo la prima legge sull'autonomia

L'AQUILA - "Il Governo ha vistato la prima legge sull’autonomia del Consiglio regionale ed è quella dell’Abruzzo": lo ha rilevato il presidente Tagliente nel corso del suo intervento nell’ambito della Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali, tenutasi a Roma. La notizia è stata accolta con molto interesse dai colleghi delle altre regioni, che hanno voluto conoscere i contenuti della legge. "La legge sull’autonomia – ha detto ancora Tagliente – è un risultato importante, che va comunque ricondotto all’interno del ben più importante impegno di riforma statutaria, attraverso il quale è determinante individuare e tracciare il nuovo ruolo delle Assemblee regionali rispetto a quello dei governi, già delineato con la legge di riforma costituzionale".

Per quanto riguarda i contenuti della legge, Tagliente ha osservato che la funzione legislativa e di alta programmazione richiedono all’Assemblea e alle sue articolazioni, impegni differenti da quelli della Giunta e di altre sue strutture operative. Per queste ed altre ragioni la legge abruzzese pone i punti fermi, tra gli altri, sull’autonomia contabile, organizzativa e funzionale come sulla dotazione organica, individuando un potere autonomo del Consiglio per la gestione del sistema delle relazioni sindacali. La sollecitazione di Tagliente sulla centralità dell’autonomia dei Consigli regionali, accolta con favore dai colleghi delle altre regioni, è stata inserita tra gli argomenti all’ordine del giorno dei lavori della seconda sessione del Congresso delle Regioni, che si terrà a Roma il 28 e 29 giugno e che servirà a fare il punto sul cammino della riforma degli Statuti. (Inform)


Vai a: