* INFORM *

INFORM - N. 96 - 17 maggio 2001

Riunito in Assemblea straordinaria

Il Comites di Maracaibo (Venezuela) contrario alla proposte

di modifica della legge istitutiva del CGIE

MARACAIBO - Il Comites di Maracaibo si è riunito in assemblea straordinaria per esaminare la richiesta del contributo ministeriale dell'Università per Stranieri di Siena e del Centro Culturale di Maracaibo, per un corso di aggiornamento del personale insegnante non di ruolo, in servizio nella circoscrizione consolare di Maracaibo nelle iniziative linguistico-culturali per la collettività italiana. er il corso richiesto per 30 allievi e 3 formatori dell'Università di Siena è stata prevista la spesa di Bs 74.188.000 (lire 222.564.000) ed é stato richiesto un contributo di 43.800.000 Bs (lire 131.000.000).

Per la novità della scelta del programma che verterà sull'uso dei mass media (radio, televisione, giornali), dei testi teatrali e del cinema italiano per i rispettivi contenuti linguistico-culturali e perché espressioni delle peculiarità della lingua italiana, l'assemblea ha espresso parere favorevole .

Concluso l'argomento all'ordine del giorno, la Presidente Fedora Di Marco ha riferito sui contenuti della riunione della commissione continentale di Lima. Alla lettura dei documenti prodotti, il Comites, all'unanimità, ha approvato il voto contrario da lei espresso alle proposte di modifica della legge istitutiva del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero condividendone le ragioni di merito: il Consiglio Generale - è stato affermato - non può passare al di sopra dei Comites: diretti rappresentanti degli italiani all'estero, come già fatto nel passato per la proposta di riforma dei Comites. Il Consiglio Generale non può arrogarsene la rappresentanza senza un mandato della base. Il Consiglio Generale non deve dimenticare che le sue funzioni sono funzioni di cerniera tra i Comites che li hanno espressi e le istituzioni italiane . (Fedora Di Marco*-Inform)

* Presidente del Comites di Maracaibo, Consigliere del CGIE


Vai a: