* INFORM *

INFORM - N. 94 - 15 maggio 2001

Al Cnel Seminario sugli accordi volontari in agricoltura

Una dichiarazione di intenti sulla sicurezza e la qualità alimentare

ROMA - Certificare il percorso dei prodotti italiani "dal campo e dal mare alla tavola", per garantire la sicurezza alimentare e favorire la qualità e la competitività della produzione. E' questo l'obiettivo della dichiarazione d'intenti che sarà firmata al Cnel, giovedì 17 maggio, dalle organizzazioni rappresentative delle imprese e dei lavoratori di quattro filiere produttive: ortofrutticoli freschi, carni fresche e trasformate, pesce, latte. L'intesa nasce dall'esigenza di dare una risposta al problema della sicurezza alimentare, che vada oltre l'emergenza causata dall'allarme Bse. Si vuole inoltre sottolineare l'importanza di un'informazione corretta per ricreare un clima di fiducia tra i consumatori. In quest'ottica, il Cnel si pone come sede istituzionale per la promozione e la costruzione di accordi volontari tra gli operatori delle filiere agricolo-alimentari, quale strumento principe per fissare regole condivise che assicurino trasparenza e qualità, favorendo opportunità di ampliamento dei mercati.

La dichiarazione d'intenti, preliminare agli accordi volontari tra le parti sociali, sarà sottoscritta dalle seguenti organizzazioni: Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cisal, Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Copagri, Federalimentare, Confartigianato, Cna, Confapi, Federpesca, Legacoop, Confcooperative, Unci, Agci, Confcommercio, Confesercenti. Il documento finale sarà presentato alla stampa, alle ore 12,30, dal presidente e dal vicepresidente del Cnel, Pietro Larizza e Augusto Bocchini. La firma e la presentazione alla stampa della dichiarazione d'intenti saranno precedute da un seminario sugli accordi volontari in agricoltura, cui parteciperanno esperti e rappresentanti delle parti sociali. (Inform)


Vai a: