* INFORM *

INFORM - N. 94 - 15 maggio 2001

Un convegno a Prato il 17 - 18 maggio. Multiculturalismo e migrazioni: confronto Italia-Australia

FIRENZE - Si intensificano i rapporti tra la Toscana e l’Australia. Da alcuni mesi ha aperto la sua sede a Prato la Monash university, l’università australiana che si propone di sviluppare i suoi contatti con l’Italia e di offrire agli studenti opportunità si studio nel nostro Paese.

La Monash ha scelto per la sua prima uscita pubblica un convegno su "Multiculturalismo e migrazioni: Italia e Australia, due esperienze a confronto", organizzato insieme al Comune e alla Provincia di Prato e alla Regione Toscana.

L’iniziativa si terrà giovedì 17 e venerdì 18 maggio a Prato, presso Palazzo Vaj, in via Pugliesi 26.

Si inizia giovedì alle 9.30 con i saluti del sindaco Fabrizio Mattei, del presidente della provincia Daniele Mannocci e del direttore della Monash, Bill Kent.

Le relazioni introduttive sono affidate all’ambasciatore d’Australia, Murray Cobban e al presidente della Regione, Claudio Martini.

Nel corso del convegno si parlerà delle politiche dell’immigrazione e del multiculturalismo in Australia con i professori Andrew Markes e James Jupp. A parlare della politica migratoria e delle politiche locali per l’integrazione in Italia saranno Giuseppe Silveri del Dipartimento affari sociali della presidenza del consiglio e Giorgio Alessandrini del Cnel.

Sui rapporti tra l’immigrazione e la società civile interverranno Mary Kalantzis della Rmit university e don Virginio Colmegna della Caritas.

Due i workshop in programma: il primo giovedì pomeriggio sulle esperienze di immigrazione e il secondo, venerdì mattina sulla sfida e le opportunità rappresentate dall’immigrazione. Il primo appuntamento sarà concluso dall’assessore regionale alla cultura, Mariella Zoppi e il secondo dal vicepresidente della Giunta regionale, Angelo Passaleva.

Nel corso dell’iniziativa si parlerà anche di significative esperienze a livello locale: dal centro "Fior di prugna" che si rivolge alla numerosissima comunità cinese di Prato, al progetto della Asl 4 "L’albero della salute", di quello della Provincia per la formazione l’accompagnamento al lavoro e dell’impegno dei mediatori culturali a favore dell’integrazione tra le diverse culture. (Inform)


Vai a: