* INFORM *

INFORM - N. 91 - 11 maggio 2001

Vitaliano Vita (CGIE Venezuela) sul messaggio di Berlusconi a Tremaglia

Verso l’istituzionalizzazione della Circoscrizione estero

CARACAS - Abbiamo atteso inutilmente nella riunione di Lima del Consiglio Generale degli Italiani all’estero un "messaggio" del presidente Berlusconi ai connazionali oltre confine; lo abbiamo cercato l’altra sera, tra gli gli impegni di governo sottoscritti con il Paese... poi finalmente è giunto, ripagatore e solenne, nel momento giusto, alla persona giusta, quella che più di ogni altra ha combattuto per vedere affermati e rispettati i nostri diritti.

Il messaggio del Presidente Berlusconi a Tremaglia ripaga le nostre attese, riaccende la speranza dopo l’amarezza delle tante delusioni. Per chi ricorda la consultazione del Cgie nel primo Governo Berlusconi, rivive con emozione la straordinarietà di quell’avvenimento, (unico nella storia della vita politica italiana) la speranza che suscitò tra la nostra gente. " Andammo, con Tremaglia in testa, dal Presidente del Consiglio, che ci comunicò l’istituzione di un Ministero tutto per noi... la nomina di un nostro Ministro".

Grazie Presidente per averci risposto, per aver assunto anche con gli italiani all’estero un impegno tanto solenne che siamo certi vorrà onorare utilizzando le persone giuste, quelle che conoscono i nostri problemi per averli vissuti direttamente, che si sono battute per la costituzione della Circoscrizione estero, la nuova Regione italiana riconosciuta dalla Costituzione. Noi ci attendiamo che la "nostra circoscrizione "durante il Suo governo sarà elevata, con pari dignità, al rango delle altre, convinti che, una volta istituzionalizzata, non sarà soltanto un archivio elettorale, che potrà finalmente esprimere tutto il suo potenziale, ciò che realmente rappresenta e può dare al Paese. (Vitaliano Vita-Inform)


Vai a: