* INFORM *

INFORM - N. 90 - 10 maggio 2001

Agevolazioni di viaggio per gli elettori residenti all'estero

ROMA - Il cittadino italiano residente all’estero esercita in Italia il diritto di voto in occasione di elezioni politiche, amministrative e referendarie, purché risulti iscritto nelle liste elettorali di un Comune della Repubblica dove dovrà recarsi a votare. Fa eccezione il caso di un cittadino che risieda in un Paese membro della Comunità Europea e si tratti delle elezioni per il Parlamento Europeo .

In occasione di una consultazione elettorale, i cittadini residenti all’estero iscritti nelle liste elettorali di un comune, ricevono una cartolina-avviso che, oltre ad informarli dell’avvenuta convocazione dei comizi e della data dell’elezione in questione, da’ loro diritto di usufruire delle previste facilitazioni di viaggio in ferrovia, per via marittima e con uso delle autostrade secondo quanto disposto dagli articoli 116 e 117 del testo unico 30 marzo 1957 n.361 e dalla legge 26.05.1969, n.241(pubblicata sulla G.U. n.136 del 30 maggio 1969) e dalla Legge 22.12.1984, n.887.

Trasporto ferroviario

Per gli elettori residenti all’estero è prevista una riduzione del 60% per iviaggi in 1a classe e del 100% in 2ª classe. L’agevolazione è valida sia per l’andata che per il ritorno. Gli eventuali supplementi devono essere corrisposti per intero. Per elettori residenti in Italia è prevista una riduzione del 60% in 1ª e 2ª classe sia per l’andata che per il ritorno. Gli eventuali supplementi devono essere corrisposti per intero. Il biglietto a tariffa ridotta dovrà essere nominativo. Gli elettori provenienti dalla Francia con treni "ARTESIA S.A.S. GIORNO E NOTTE" devono essere provvisti, in luogo del biglietto a tariffa "PASS 1", di uno specifico biglietto A/R a tariffa "PASS 2"

Trasporto marittimo

Per gli elettori residenti all’estero è prevista una riduzione sulla tariffa del 60% nella classe superiore e del 100% nella classe meno elevata. L’agevolazione è valida sia per l’andata che per il ritorno. Per gli elettori residenti in Italia è prevista una riduzione del 60% sulla tariffa sia per l’andata che per il ritorno.

Percorsi sulla rete autostradale nazionale

L’A.I.S.C.A.T. (Associazione Italiana Società’ Concessionarie Autostradali e Trafori), ha recentemente confermato l’applicazione a favore degli elettori residenti all’estero della gratuità del pedaggio autostradale sia per il viaggio di andata (per il raggiungimento del seggio elettorale) che quello di ritorno con estensione della facilitazione a tutta la rete autostradale nazionale. Per ottenere tale gratuità, gli elettori residenti all’estero che rientrano in Italia per il voto, devono esibire ai caselli autostradali di ingresso la cartolina o la nuova tessera elettorale oppure una dichiarazione consolare, un documento di riconoscimento personale nonché i buoni pedaggio in numero sufficiente per tutte le tratte autostradali in concessione alle singole Società, fino al Comune di votazione. I "buoni pedaggio" possono essere ritirati presso le Autorità Consolari italiane, prima di intraprendere il viaggio verso il nostro Paese.

Per il viaggio di ritorno l’elettore, dovrà esibire, oltre al passaporto o altro documento equipollente, anche la tessera o il certificato elettorale munita del bollo della sezione presso cui ha votato.

La validità delle agevolazioni ha decorrenza per l’intera rete autostradale nazionale dalle ore 22 del quinto giorno precedente la consultazione alle ore 22 del quinto giorno successivo. Non saranno, tuttavia, consentite ai fini della gratuità del pedaggio, le uscite intermedie lungo ciascuna tratta autostradale.

Trasporto aereo

Il Ministero degli Affari Esteri recentemente ha concluso con la Compagnia Aerea Alitalia un accordo che prevede per l’elettore residente all’estero una riduzione del 10% sia per il viaggio di andata che per quello di ritorno su tutte le tariffe agevolate pubbliche incluse quelle promozionali. Tale agevolazione tariffaria praticata sul collegamento internazionale comprende anche la tratta nazionale per il raggiungimento dello scalo aereo più vicino al Comune di votazione e viceversa. Particolare importanza di questo accordo riveste l’estensione della predetta agevolazione aerea anche ai familiari e gli eventuali accompagnatori che viaggiano con l’elettore nonché il fatto che l’agevolazione tariffaria in parola verrà applicata purché il viaggio di andata e quello di ritorno avvengano rispettivamente prima e dopo il giorno della consultazione e nel rispetto della normativa tariffaria vigente.. L’acquisto del biglietto aereo a tariffa ridotta potrà avvenire solamente presso gli uffici Alitalia per voli operati con codice Alitalia. (Inform)


Vai a: