* INFORM *

INFORM - N. 85 - 4 maggio 2001

Ritrovamenti in Etiopia di depositi di materiale bellico italiano: precisazioni dalla Farnesina

ROMA - In relazione a notizie di agenzia riguardanti ritrovamenti in Etiopia di depositi di materiale bellico italiano, alla Farnesina si precisa che alle richieste del Governo etiopico di informazioni circa l’eventuale localizzazione di depositi di armi chimiche risalenti al periodo 1935-1936, è stato risposto, sulla base di informazioni fornite dal Ministero della Difesa, che non risulta che al termine della guerra fossero stati lasciati nel Paese depositi di tali armi. In tale occasione, furono fornite alla parte etiopica indicazioni circa le localizzazioni dei depositi evacuati alla fine della guerra.

Alla Farnesina si rileva altresì che da parte italiana è stata manifestata disponibilità a fornire ogni utile assistenza per la verifica di eventuali rinvenimenti di proiettili di artiglieria o bombe rimasti inesplosi, dei quali possa essere sospettata la natura di arma chimica, nonché per la loro successiva distruzione.

Sulla base degli impegni derivanti dalla Convenzione di Parigi per la proibizione delle armi chimiche, da parte italiana, come già indicato alle autorità di Addis Abeba, si è pronti - si sottolinea alla Farnesina - ad inviare una missione tecnica per le opportune ricognizioni e l’eventuale distruzione di quanto rinvenuto. (Inform)


Vai a: