* INFORM *

INFORM - N. 82 - 27 aprile 2001

Il Trentino è a… Stoccarda: un successo fatto di arte, sapori e cultura

STOCCARDA – "STN": è la sigla della targa di Boris Potrich, di Volano, da 45 anni a Stoccarda. Nel suo voler mettere insieme Stoccarda e il Trentino c’è il senso della storia di molti emigrati (solo i trentini sono oltre 100 in questa città) che sanno far convivere passato, presente e futuro, e c’è il significato dell’iniziativa portata in questi giorni dalla Provincia autonoma di Trento nella capitale del Baden Württemberg.

Da qualche giorno, a Stoccarda, fileggiano decine di bandiere con la scritta "Das Trentino in Stuttgart". E la città è letteralmente piena di manifesti illuminati che promouvono l’iniziativa che la Provincia autonoma ha organizzato con l’appoggio del governo locale e con la collaborazione dei magazzini Kaufhof, del Consolato e dell’Istituto culturale italiano.

Una manifestazione che ha fatto centro dal punto di vista politico: l’assessore alle politiche comunitarie, emigrazione e cooperazione allo sviluppo, Muraro, ha avuto infatti una serie di incontri ad alto livello e insieme al presidente della Provincia autonoma di Trento Della, nel pomeriggio di giovedì 26 aprile ha incontrato il presidente del Baden Württemberg, Erwin Teufel. E ancora, un appuntamento di rilievo economico: già si parla di interessanti accordi e gli stand degli artigiani trentini all’interno dei magazzini Kaufhof sono stati davvero presi d’assalto. Ma c’è anche un’importante promozione culturale: magico, ad esempio, il concerto del Coro Sant’Osvaldo di Roncegno, un happening che ha richiamato 150 persone nella sala che la Liederhalle ha dedicato a Mozart.

Sul fronte istituzionale va detto che è ormai una realtà il rapporto fra queste due importanti Regioni. Basti dire che all’incontro del 26 pomeriggio con il primo ministro Erwin Teufel – da poco riconfermato alla guida del Land che, insieme alla Baviera, è considerato il motore della Germania – il Trentino arriva forte di una serie di accordi concreti. Quattro esempi per tutti: la collaborazione che va avanti da quasi trent’anni all’interno di Arge Alp, la Comunità di lavoro delle Regioni dell’arco alpino; i forum interregionali italo-tedeschi che il Trentino e il Baden Württemberg organizzano da ormai quattro anni; i colloqui scientifici italo-tedeschi che hanno coinvolto – stimolati proprio da queste due istituzioni (che li ospitano a turno) – personaggi quali i Nobel Rubbia e Huber e lo scienziato Zichichi; i rapporti sempre più stretti fra l’Università di Trento e in particolare quella di Karlsruhe: quest’anno gli atenei firmeranno tra l’altro l’accordo per la doppia laurea nella facoltà di ingegneria.

Ma torniamo agli appuntamenti che stanno rendendo ricca questa settimana: detto del coro Sant’Osvaldo, va citato il coro alpino trentino, che ha aperto la ìdue giorniî che il Kommunales Kino ha voluto dedicare al Filmfestival internazionale della montagna di Trento. Molti, e a dir poco apprezzati, gli artigiani presenti nei due Kaufhof di Stoccarda: sono Lucia Trotter, tessitrice (lavora dal vivo con telaio); Patrizia Borelli (decorazione artistica su legno); Paolo Bortoluzzi (cesellatore di rame e ottone); Fernando Brunel (scultore, che lavora il legno dal vivo); Marco Sala Cicuttin (lavorazione artistica della ceramica); Arrigo Degasperi (cesellatore di rame e ottone); Ervino Franch (lavorazione artistica metalli); Sonia Buffa (bambole e articoli in stoffa); Inge Lanznaster (smaltatrice d'arte su ceramica, che lavora dal vivo); Giuseppe Mich (scultore legno, e anche lui lavora dal vivo); Marco Nones (scultore che lavora il legno dal vivo); Fabio Vettori (il disegnatore di formiche).

Spazio, e non poteva essere altrimenti, anche ai sapori trentini. Uno stand li presenta a 360 gradi e nelle varie manifestazioni ufficiali non manca mai una degustazione dei nostri prodotti tipici. Dopo l’apertura ufficiale alla presenza dei vertici della citt‡ e del Land, la manifestazione ha regalato agli svevi – con il citato Filmfestival - un po’ del profumo delle montagne trentine. Il 26 Ë stata la giornata pi˘ importante: con l’incontro tra Teufel, il presidente della Provincia autonoma di Trento Dellai e l’assessore alle politiche comunitarie Muraro e con la cena di gala che ha riunito attorno a un tavolo i protagonisti della vita politica, imprenditoriale e sociale di Stoccarda.. (a.f.-Inform)


Vai a: