* INFORM *

INFORM - N. 74 - 12 aprile 2001

Pininfarina alla "Dante Alighieri": "il design è un valore culturale italiano nel mondo"

ROMA - "Il design è a tutti gli effetti un valore culturale italiano nel mondo e la Società Dante Alighieri è una istituzione che svolge un ruolo di primaria importanza nella diffusione e promozione di questo aspetto radicato nel patrimonio artistico del nostro Paese". Così Sergio Pininfarina ha esordito nella conferenza, dal titolo "Il design: un valore culturale italiano nel mondo", tenutasi mercoledì 11 aprile nella Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze, Sede centrale della "Dante Alighieri".

Nell’incontro culturale, seguito da un folto pubblico grazie ad uno schermo gigante nell’aula adiacente a quella del Primaticcio, Pininfarina ha tracciato, con l’aiuto della proiezione di alcune diapositive e di un breve filmato che hanno esaltato l’originalità assoluta dello stile italiano, la storia del design, affermando come "questo concetto sia costituito non soltanto da elementi tecnici, funzionali e economici, ma anche e soprattutto dal valore estetico del prodotto. E’ riduttivo, infatti, pensare che un prodotto funzionante sia anche necessariamente vecchio perché non incontra più i gusti della gente, quindi è doveroso distinguere il funzionamento del prodotto dalla sua estetica. Con questo non voglio affermare che il designer debba sottovalutare il progresso scientifico ma che debba affrontare un problema più complesso: essere cosciente del gusto della società, in continuo mutamento".

Sergio Pininfarina si è anche inizialmente scusato di dover utilizzare con tanta frequenza un termine inglese, appunto design, proprio nella Sede centrale della Società Dante Alighieri, impegnata istituzionalmente per la diffusione della lingua italiana nel mondo, ma ha subito puntualizzato come "la parola design sia ormai internazionale ed inserita nel vocabolario di molte lingue del mondo".

Alla manifestazione, seguita da un folto pubblico, era presente, oltre all’Ambasciatore Bruno Bottai, Presidente della Dante, che ha spiegato come "Sergio Pininfarina riassuma in maniera esemplare ed eccellente la civiltà italiana", e al dott. Alessandro Masi, Segretario Generale, il dott. Alberto Bersani, Consigliere Centrale della Società che ha svolto la carriera in Fiat, Confindustria e soprattutto in Anfia (Associazione nazionale fra le Industrie Automobilistiche), il quale ha sottolineato come "Pininfarina sia un testimone nel mondo della carrozzeria automobilistica".

Grande successo ha riscontrato inoltre l’esposizione, avvenuta nel cortile di Palazzo Firenze in occasione della conferenza, delle splendide vetture "Ferrari 550 Barchetta Pininfarina", disegno Pininfarina prodotta in serie limitata e numerata e "Metrocubo", prototipo di ricerca Pininfarina per una city car innovativa. "Due automobili – ha precisato il dott. Bersani – che rappresentano soltanto un’esemplificazione delle capacità artistiche di Pininfarina". (Inform)


Vai a: