* INFORM *

INFORM - N. 71 - 9 aprile 2001

Collaborazione scientifica tra Roma e Cracovia: il Pontefice benedice la comunità di valori, di tradizioni e di ideali

CITTA’ DEL VATICANO – Poco dopo mezzogiorno del cinque aprile, nella Sala dei Papi del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre ha ricevuto in udienza i promotori dell’Accordo di collaborazione scientifica tra l’Università "La Sapienza" di Roma e l’Accademia Polacca delle Scienze e delle Lettere di Cracovia, tra i quali il Magnifico Rettore prof. Giuseppe D’Ascenzo e il Direttore del Dipartimento di Storia della Facoltà di Lettere prof. Antonello F. Biagini e il prof. Andrzej Bialas, Presidente dell’Accademia di Cracovia.

Per l’Accademia di Cracovia l’Accordo segna il ritorno alla ribalta internazionale, dopo un lungo periodo buio che ha visto anche la sospensione degli insegnamenti, durata circa 38 anni, negli anni del regime comunista. L’Accordo, pertanto, si inserisce pienamente nel nuovo clima stabilitosi in Europa dopo la caduta del Muro di Berlino alla fine degli anni Ottanta, teso a costruire una patria comune, che non sia soltanto frutto di interessi economici, ma che sia soprattutto comunità di valori, di tradizioni e di ideali, al fine di promuovere un futuro di civiltà e di pace per tutti i popoli.

Il Pontefice, sia in qualità di pastore della Chiesa Cattolica che di membro dell’Accademia Polacca delle Scienze e delle Lettere di Cracovia, ha elogiato l’iniziativa di interscambio tra le due antiche e prestigiose istituzioni e ha sottolineato come essa sia "in grado di contribuire in modo significativo all’edificazione di un’Europa che respiri a pieni polmoni, attingendo al suo patrimonio storico e alle ricchezze culturali, morali, civili e religiose dei suoi popoli dell’Oriente e dell’Occidente". (Antonio Ricci – Inform)


Vai a: