* INFORM *

INFORM - N. 68 - 4 aprile 2001

Veneti nel Mondo - Il programma di interventi della Regione per il 2001

VENEZIA - Inserimento lavorativo dei giovani oriundi che rientrano nel Veneto e iniziative di carattere formativo: sono i due ambiti nei quali la Regione intende prevalentemente investire nel corso di quest'anno a favore dei Veneti nel Mondo.

I punti più significativi della delibera approvata dalla Giunta regionale il 9 marzo scorso, su proposta dell'assessore ai flussi migratori Raffaele Zanon, contenente il programma delle iniziative regionali rivolte ai veneti residenti all’estero, relative all’anno 2001, sono la creazione di una corsia preferenziale di accoglimento per gli oriundi veneti che intendano rientrare nella terra d’origine e i corsi di formazione indirizzati a giovani oriundi veneti dell’area sia europea che extraeuropea

"Con il programma di quest'anno - ha spiegato l'assessore - intendiamo sviluppare ulteriormente le politiche a favore dei Veneti nel mondo, che sono circa 5 milioni sparsi in ogni continente: l’assegnazione finanziaria complessiva prevista, per il 2001, è di 1 miliardo e mezzo".

Le iniziative saranno realizzate direttamente dalla Regione o in collaborazione con le associazioni venete degli emigrati, con i comitati e le federazioni che operano all’estero, con gli enti locali, gli organismi no-profit, le associazioni economiche di categoria e gli enti formativi del Veneto.

In sintesi, il programma di interventi prevede le seguenti azioni:

- inserimento lavorativo degli oriundi veneti che intendono rientrare nel Veneto con l’apertura di due sportelli informativi avviati dalle Provincie di Vicenza e Padova per facilitare la rilevazione dell’entità delle richieste di rientro, la conoscenza della preparazione professionale degli interessati e il monitoraggio delle aspettative lavorative;

- programmi formativi rivolti a giovani oriundi veneti e indirizzati prioritariamente, anche sulla base delle richieste formulate nel Meeting di Abano Terme, in alcuni settori strategici quali l’organizzazione della piccola e media impresa, l’agro-alimentare, il turismo, la comunicazione e informazione, la formazione per i dirigenti delle associazioni di emigrati all’estero;

- sviluppo di iniziative nel settore dell’informazione, con l’intento di fornire prodotti informativi sulla complessiva realtà veneta a emittenti televisive estere, e prosecuzione della pubblicazione del mensile telematico "Veneti nel Mondo" ;

- sostegno dell’associazionismo (Associazioni, Comitati e Federazioni iscritti ai registri regionali);

- promozione della cultura veneta in Italia e all’estero e organizzazione di una mostra itinerante sulla doppia tematica del Veneto di ieri e di oggi.

Nell’autunno di quest’anno sarà poi realizzata la Conferenza d’Area per i veneti residenti nell’Europa orientale.

L’assessore Zanon ha ricordato infine che, nell’ambito del programma annuale 2001, sono stati assegnati 200 milioni complessivi di contributi per l’acquisto, il restauro o la ristrutturazione della casa a veneti che, dopo una permanenza all’estero di cinque anni, siano rientrati definitivamente nel territorio regionale.

Il programma completo è visibile all’indirizzo http://www.regione.veneto.it/emigrazione/pages/programma.htm. (Veneti nel Mondo/Inform)


Vai a: