* INFORM *

INFORM - N. 65 - 30 marzo 2001

Regione Veneto - Un disegno di legge per valorizzare l'identità culturale e linguistica veneta

VENEZIA - Tutelare, promuovere e valorizzare gli elementi costitutivi dell'identità culturale e linguistica veneta: è ciò a cui mira il disegno di legge che la giunta veneta, su proposta dell'assessore alla cultura e all'identità veneta, ha adottato presentandolo al consiglio per l'approvazione. La proposta legislativa punta a raccogliere la positività del lavoro di studio, ricerca e conoscenza finora prodotto nei confronti della lingua veneta, della ricchezza delle sue espressioni popolari, della sua ricca tradizione letteraria.

Il testo di legge evidenzia l’importanza del lavoro di ricerca sulle fonti storiche e sulle tradizioni popolari già avviato nel Veneto con due leggi regionali del 1985, la n° 9 e la n° 39 , che saranno quindi unificate ed assorbite nella nuova legge, mentre si ipotizzano ulteriori strumenti di ricerca, in particolare nel settore linguistico.

Sul piano pratico, il disegno di legge intende favorire azioni concrete e coordinate di valorizzazione della lingua e della cultura veneta, a partire da convegni e seminari di studio, l’attività dei comitati specialistici costituiti e convenzionati con la Regione (come il Comitato per la Cultura popolare presso la Fondazione Cini, il Comitato per la storia di Venezia, i comitati per lo studio delle fonti storiche), la costituzione di nuovi comitati che approfondiscano materie o aspetti non considerati, l'istituzione di borse di studio e premi annuali per tesi di laurea che riguardino la storia, la cultura e il patrimonio linguistico veneto.

Saranno attuate iniziative editoriali e di divulgazione, in particolare presso le scuole, dei risultati delle attività di studio e ricerca promosse e sostenute dalla Regione. Inoltre è prevista la possibilità per la Regione di stimolare e sostenere le attività di promozione e valorizzazione della cultura, dell’uso e della diffusione della lingua veneta attivate da enti ed istituzioni culturali del Veneto. Attenzione particolare viene poi riservata alle amministrazioni comunali impegnate nel recupero degli antichi toponimi originari ed in lingua veneta per il loro inserimento nella cartellonistica stradale. Per l'operatività di questo disegno di legge è stato previsto uno stanziamento di un miliardo e mezzo annuo per il triennio 2001-2003. (Inform)


Vai a: