* INFORM *

INFORM - N. 62 - 27 marzo 2001

Firmata intesa tra Regione Toscana e la Bosnia Erzegovina

FIRENZE - Il presidente della Regione Toscana Claudio Martini e il ministro dell'educazione e cultura della Federazione di Bosnia e Erzegovina, Mujo Demirovic hanno firmato il 27 marzo un'intesa di cooperazione, soprattutto in ambito culturale. L'accordo ha durata quinquennale e si avvale della collaborazione di enti locali, soggetti privati e istituzioni culturali. La Giunta Regionale ha approvato un finanziamento per complessivi 560 milioni in cinque anni, dei quali 160 relativi al 2001, per la realizzazione del progetto Ars Aevi e la creazione di un museo di arte contemporanea nella capitale bosniaca, progetto al quale sta lavorando l'architetto Renzo Piano.

L'idea di Ars Aevi, nata nel 1992 durante l'assedio di Sarajevo, è frutto del lavoro di un gruppo di intellettuali bosniaci che durante la guerra volevano parlare al mondo attraverso la cultura. Il progetto prevede la donazione di opere d'arte da parte dei maggiori artisti mondiali contemporanei e la creazione di una collezione. Vi partecipano il Centro per l'arte contemporanea Pecci di Prato ed altre istituzioni culturali simili di Milano, Lubiana, Venezia, Vienna.

Il presidente della Regione, che grazie al suo impegno per la ricostruzione è stato nominato cittadino onorario di Sarajevo, ha espresso la sua ammirazione per i risultati conseguiti dal progetto Ars Aevi, che ha definito una vittoria della pace e della cultura sulla guerra e si è detto convinto che l'impegno debba proseguire poiché rappresenta un faro di amicizia e di dialogo con l'Europa e con il mondo.

Il ministro Mujo Demirovic ha sottolineato il legame profondo che unisce la Toscana a Sarajevo e alla Bosnia e ha parlato del ruolo di promozione per l'arte di tutto il sudest europeo e del rapporto con i centri culturali europei e mondiali. Nel corso dell'incontro sono intervenuti anche l'ambasciatore di Bosnia in Italia, Miroslav Palameta, il console bosniaco Muhamed Kreseljakovic e il direttore generale del progetto Ars Aevi, Enver Hadziomerspahic. (Inform)


Vai a: