* INFORM *

INFORM - N. 60 - 23 marzo 2001

Venezuela, terra di imprenditori veneti

VENEZIA - La recente Conferenza d'area dei Veneti a Caracas è stata l'occasione per gettare le basi per programmi di collaborazione tra il "sistema economico veneto" e lo Stato venezuelano. L'esportazione del "modello veneto" interessa anche il Venezuela. I segnali di questa attenzione per il sistema produttivo veneto sono più d'uno: l'intenzione del presidente Chavez di visitare i distretti industriali della regione; la firma un protocollo d'intesa tra Venezuela e l'Italia con il quale si stringono accordi di promozione e protezione degli investimenti, aprendo così nuove opportunità economiche anche agli imprenditori veneti.

Il Sud America rappresenta ormai un mercato importante per il Veneto e lo comprovano i dati Unioncamere: le esportazioni verso l'America Latina (Brasile, Argentina, Cile e Venezuela) nel 1999 hanno superato i mille miliardi di lire mentre le importazioni si sono attestate sugli 800 miliardi.

Proprio nel corso della Conferenza d'Area dei Veneti del Centro Sud America a Caracas i rappresentanti delle istituzioni locali e delle associazioni degli emigrati hanno rivolto un appello all'organizzazione economica veneta chiedendo maggior attenzione verso il mercato interno venezuelano. Si guarda al Veneto, regione fondata storicamente sull’economia agricola, come a una solida struttura di piccole e medie aziende capace di fare sistema e di trovare un ruolo nello scenario internazionale.

Durante la Conferenza lo stesso assessore ai flussi migratori Raffaele Zanon ha sottolineato che per le imprese si stanno aprendo enormi spazi di investimento in Venezuela, Messico e Cile. Ma si debbono rivolgere soprattutto verso il Venezuela, un paese che richiede ancora interventi consistenti per costruire un'economia stabile, avvalendosi anche dell'appoggio e delle azioni delle locali Associazioni dei Veneti nel mondo. In questo senso la Conferenza d'area dei Veneti del Centro e Sud America è stata l'occasione per ricordare quanto hanno già fatto i corregionali in quest'area. Diciassette imprenditori hanno ricevuto un riconoscimento a nome della Camera di Commercio venezuelano-italiana, della Regione Veneto e della locale Federazione delle Associazioni Venete.

Per i particolari meriti conseguiti nel campo imprenditoriale che hanno contribuito allo sviluppo del Venezuela e consolidato l'amicizia tra i due Paesi, sono stati premiati: Enrico Trevisi, Anselmo Di Marco, Ferruccio Cappellin, Wladimir Casot, Guglielmo Faccioli, Danilo Trevisi, Leone Rossi, Silvano Crestani, Diego Crestani, Luciano Ruffini, Valentino Maronese, Rigo Lorenzi, Raffaele Cavallin, Armando Calzavara, Angelo Biondo, Livio Zanardo, Bruno Guadagnini. (Veneti nel Mondo/Inform)


Vai a: