* INFORM *

INFORM - N. 60 - 23 marzo 2001

Scoperta medica "italiana" al centro di un convegno internazionale a Chicago

CHICAGO - il prof. Ichele Carbone, presso la Loyola University di Chicago, conduce studi sul mesotelioma, il tumore dei polmoni causato dall'amianto. Per molti anni era ignoto perché solo una piccola percentuale, meno del 5%, dei lavoratori esposti ad amianto sviluppasse il mesotelioma. Carbone ha scoperto che un virus oncogeno, chiamato SV40 rende certi individui più suscettibili all'amianto oppure causa il mesotelioma in persone non esposte ad amianto. L'SV40 è un virus delle scimmie che contaminava i vaccini della polio fra gli anni 55-63. Negli USA si calcola che circa 99 milioni di persone sono a rischio di aver ricevuto il vaccino contaminato con l' SV40 negli anni 50/60. La catena televisiva ABC ha trasmesso il 13 marzo un programma sulla ricerca del prof. Carbone, e la CBS trasmetterà un programma simile la prossima settimana

Il 20-21 aprile si terrà al Gleacher Center dell' Università di Chicago, Chicago, Illinois, USA, un convegno internazionale per discutere queste scoperte. I più famosi scienziati del mondo parteciperanno al convegno, incluso il chairman della commissione Nobel per la Medicina, prof. G. Klein di Stoccolma. La rappresentanza dei ricercatori italiani è importante e include oltre al professor Carbone (residente a Chicago dopo la sua formazione medica in Italia) i professori: Procopio, Università di Ancona; Picci, Istituto Rizzoli di Bologna; Cristaudo e Foddis, Università di Pisa; Tognon, Università di Ferrara: Mutti, Fondazione Maugeri, Alessandria, Gaudino, Università` del Piemonte Orientale, Puntoni, Istituto Tumori di Genova; ed altri. Il nostro Ministero degli Affari Esteri è fra gli sponsor del convegno, e si prevede che l'on. Gaetano Pecorella porterà il saluto del Parlamento uscente.

La stampa e la televisione americana, canadese e inglese parteciperanno al convegno. Dal momento che la scoperta e` "italiana" e considerato che la partecipazione dei ricercatori italiani si preannuncia nutrita, anche grazie al contributo promesso dal Ministero degli Affari Esteri, negli ambienti italiani di Chicago si auspica una presenza della stampa e della televisione dall'Italia o dei relativi corrispondenti negli Stati Uniti. (Inform)


Vai a: