* INFORM *

INFORM - N. 54 - 15 marzo 2001

Accordo Lombardia-Cile su energia e infrastrutture

MILANO - Un protocollo d'intesa tra Lombardia e Cile per progetti pilota sull'uso dell'energia geotermica, la prossima creazione di un fondo da utilizzare per incentivare l'esportazione del modello imprenditoriale lombardo in Cile, e la collaborazione sul tema delle infrastrutture con particolare riferimento al trasporto pubblico cileno.

Sono questi gli argomenti principali trattati il 13 marzo dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, insieme al Ministro per i Trasporti, Opere Pubbliche e Telecomunicazioni del Cile, Carlos Cruz.

Nel corso dell’incontro sono stati approfonditi i temi della collaborazione avviata da Formigoni nei colloqui avuti con il Presidente della Repubblica cilena, Ricardo Lagos, a con i Ministri incontrati lo scorso dicembre durante la missione istituzionale della Regione Lombardia in Sud America.

Formigoni ha annunciato la prossima costituzione di un fondo destinato alla creazione di joint venture italo-cilene e al trasferimento dell’esperienza maturata in Lombardia dal network di piccola e medie imprese, con un progetto analogo a quello già in corso in Brasile (dove la Banca Interamericana di Sviluppo ha finanziato con 4 milioni di dollari un progetto elaborato dalla Regione Lombardia per la creazione di mille nuove piccole e medie imprese brasiliane).

A tale proposito è stata verificata oggi la disponibilità del gruppo San Paolo IMI a collaborare con la Regione Lombardia, mentre il Ministro Cruz ha sottolineato l’interesse del Governo cileno a procedere in tempi rapidi nei confronti del Banco Interamericano di Sviluppo o di altri istituti bancari che possano diventare controparte del San Paolo IMI. Cruz ha evidenziato anche l’intenzione di conoscere meglio il modello lombardo nei rapporti tra pubblico e privato, soprattutto nel settore dei trasporti per il quale il Governo cileno sta cercando soluzioni in grado di sanare situazioni difficili come, ad esempio, quella della viabilità della capitale.

Insieme a Formigoni erano presenti gli Assessori al Territorio e Urbanistica, Alessandro Moneta, alle Infrastrutture, Massimo Corsaro, e alle Opere Pubbliche, Carlo Lio.

L'Assessore Moneta ha incontrato il Sottosegretario all’Energia del Governo cileno, Vivianne Blanlot Soza, con cui è stata verificata l’ipotesi di una serie di progetti pilota per sfruttare il potenziale cileno in materia di energie geotermica, eolica a idraulica, studiando già gli strumenti necessari a sostenere le imprese private operanti nel settore interessate ad investire su questi progetti. (Ln/Inform)


Vai a: