* INFORM *

INFORM - N. 53 - 14 marzo 2001

Voto all'estero - Necessaria una nuova cultura politica. Il commento di Emigrazione Notizie (editrice Filef)

ROMA - L’esito negativo e per molti versi scontato della mancata approvazione dell’esercizio di voto all’estero pone una serie di quesiti "interni" al mondo della rappresentanza dei circa 4 milioni di emigrati italiani.Appare essenziale una riflessione sulla cultura di questa rappresentanza, e sulle modalità in cui si è esercitata una certa egemonia politico-partitica, pur orientata alla unitarietà delle forze politiche presenti soprattutto nel CGIE.

Non si può ignorare il fatto che tali forze sono incorse, quantomeno, in una sottovalutazione oggettiva dei reali orientamenti della maggioranza dei parlamentari, e che l'aver investito tanta energia sulla battaglia del voto, abbia di fatto impoverito e spesso umiliato la missione specifica di questa istanza che resta l'unica a rappresentare l'emigrazione o gli italiani nel mondo. (Emigrazione Notizie)


Vai a: