* INFORM *

INFORM - N. 52 - 13 marzo 2001

A Buenos Aires una mostra retrospettiva di Carlo Carrà

ROMA- Presso il Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires - in occasione della visita di Stato del Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi, in Argentina - si apre il 14 marzo una mostra retrospettiva di Carlo Carrà (Quargnento-Alessandria, 1881 - Milano, 1966).

La rassegna - visitabile fino al 23 aprile - è stata promossa e organizzata dalla Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura a Buenos Aires ed offre al pubblico d'oltreoceano una rara occasione di confronto con la straordinaria vicenda artistica del maestro.

La mostra, curata da Massimo Carrà e Renato Miracco, presenta circa 70 dipinti e 100 opere di grafica, provenienti da collezioni pubbliche e private italiane: dai primi paesaggi e ritratti realizzati all'inizio del Novecento alle opere divisioniste e futuriste, dal periodo metafisico e di Valori Plastici fino alle opere della tarda maturità. Tra le molte opere in mostra si segnalano: "La strada di casa" (1900), "Allegoria del Lavoro" (1905), "Paesaggio" (1909), "Il fiasco" (1915), la "Natura morta metafisica" (1919), "Festival" (1924), "Donna sulla spiaggia" (1931), "I pescatori" (1931), "Madre e figlio" (1934), una vasta sezione di disegni del periodo metafisico e 42 bozzetti relativi alle opere murali (1933-38). (Inform)


Vai a: