* INFORM *

INFORM - N. 50 - 9 marzo 2001

Il 13 maggio le elezioni. Il 30 maggio la prima riunione delle Camere

ROMA - Il Consiglio dei Ministri si è riunito il 9 marzo a Palazzo Chigi, sotto la presidenza di Giuliano Amato, ed ha preso atto dello scioglimento delle Camere decretato dal Capo dello Stato.

Il Presidente Amato ha sottolineato che si apre ora una particolare fase della vita costituzionale, caratterizzata dalla permanenza in carica del Governo, cui non è venuta meno la fiducia del Parlamento. Durante tale periodo il Governo opererà, proseguendo l’esercizio delle funzioni politico-amministrative e di garanzia costituzionale che gli competono, peraltro nel rispetto di rigorosi criteri di correttezza nei confronti degli altri organi costituzionali e, prima di tutto, delle Camere sciolte.

Successivamente il Consiglio ha esaminato la questione connessa alla data di svolgimento delle elezioni politiche ed ha deciso di proporre al Capo dello Stato la data di domenica 13 maggio 2001, nonché quella del 30 maggio 2001 per la prima riunione delle nuove Camere, sulla quale è stata acquisita preventivamente l’intesa con i Presidenti dei due rami del Parlamento.

Sono stati, quindi, approvati due decreti presidenziali per l’assegnazione del numero di seggi, rispettivamente, alle circoscrizioni per l’elezione della Camera dei deputati ed alle regioni per quella del Senato.

Il Ministro Bianco ha poi svolto una relazione sugli adempimenti connessi allo svolgimento delle elezioni per il rinnovo dei consigli comunali e provinciali, a conclusione della quale ha riferito del suo intendimento che le stesse si svolgano contestualmente alle elezioni.politiche. (Inform)


Vai a: