* INFORM *

INFORM - N. 49 - 8 marzo 2001

Una nota delle ACLI - Il Senato approva: ora la riforma degli enti di patronato è finalmente legge dello stato

ROMA - Con l'approvazione da parte del Senato, diventa finalmente legge dello Stato la riforma degli enti di patronato. Un obiettivo perseguito con tenacia dalle Acli e dal loro Patronato che ora esprimono soddisfazione a gratitudine.

Soddisfazione per aver contribuito in modo determinante ad adeguare ed innovare uno strumento di promozione e tutela sociale indispensabile per consentire ai lavoratori e ai cittadini l’esercizio pieno del loro diritti di cittadinanza.

Gratitudine al Senato che con il suo voto ha dato dimostrazione di grande considerazione per il lavoro di tanti operatori sociali e per l’importanza del ruolo che assumono gli Enti di patronato nel garantire sicurezza a giustizia sociale a milioni di lavoratori e cittadini, particolarmente nell’attuale fase di trasformazione dello stato sociale.

La conclusione dell’iter parlamentare premia giustamente — secondo le ACLI - anche il paziente ed assiduo impegno dell’on. Mimmo Lucà, già Vice Presidente Nazionale delle ACLI, che è stato primo firmatario della proposta di legge e convinto assertore della sua necessaria approvazione.

Ore per le ACLI a specificatamente per il loro Ente di Patronato inizia una rinnovata motivazione di professionalità e di impegno per dare efficacia alla legge a riconfermare così, anche di fronte alle nuove leggi di riforma del welfare, l’utilità e l’importanza di un patrocinio forte, preparato, utile.

L’approvazione della legge sui Patronati rappresenta una coerente esplicitazione dell’affermazione contenuta nella sentenza emessa dalla Corte Costituzionale lo scorso anno, quando nel cassare il quesito referendario promosso del radicali che chiedeva proprio l'eliminazione dei Patronati, ne riconosceva invece l’indispensabile ruolo per poter garantire uguali diritti a tutti i cittadini. (Inform)


Vai a: