* INFORM *

INFORM - N. 46 - 5 marzo 2001

Congresso della FUSIE a Mestre il 15 luglio

ROMA - Venerdì 2 luglio si è riunito a Roma il Comitato di presidenza della FUSIE che ha deciso all'unanimità, si proposta del presidente Gianni Tosini, di tenere il 15 luglio prossimo, a Mestre, il congresso della Federazione unitaria della stampa italiana all'estero. Il congresso sarà preceduto, il 14 luglio a Treviso, da un convegno. Una iniziativa resa possibile dall'intervento dell'on. Dino De Poli, presidente della Cassamarca e dell'UNAIE, che si è mostrato sensibile alla necessità di rivitalizzare l'informazione italiana nel mondo.

Perché il congresso? Perché necessario e doveroso dal punto di vista statutario - ha detto a Inform il presidente della FUSIE Gianni Tosini - e perché, all'indomani della Prima Conferenza degli italiani nel mondo - ormai certo il raddoppio dei contributi alla stampa italiana all'estero attraverso l'approvazione delle nuove norme in materia di editoria - la FUSIE deve cominciare a lavorare per il rinnovo del regolamento di attuazione della normativa in favore dei giornali italiani all'estero.

Secondo Tosini, l'accento non va posto tanto sul raddoppio dei contributi da due a quattro miliardi complessivi annui, quanto sul riconoscimento politico - dopo una stasi di 14 anni - del lavoro svolto dalle testate di emigrazione. In sostanza, si è avuta finalmente, da parto dello Stato italiano, una presa di posizione politica che rivaluta l'informazione delle comunità italiane all'estero.

Nell'ambito della Federazione - ha concluso Tosini - è auspicabile un largo dibattito per giungere in sede congressuale all'approvazione di un nuovo Statuto della FUSIE, più consono alle esigenze di rinnovamento dell'informazione italiana nel mondo. (Inform)


Vai a: