* INFORM *

INFORM - N. 38 - 21 febbraio 2001

Il ministro Dini su "Italia Giappone 2001": Un’iniziativa corale che rafforza la conoscenza

ROMA - Il popolo giapponese conosce e ama l’Italia, il suo patrimonio culturale, le sue capacità imprenditoriali. Conosce anche e apprezza vari aspetti dell’Italia di oggi: ma forte è, in questo popolo che ha tante curiosità, l’aspirazione a una conoscenza più completa di quello che ha tante curiosità, l’aspirazione a una conoscenza più completa di quello che l’Italia offre allo spirito e all’intelligenza, sia per la ricchezza del suo passato sia per quella del suo presente. Lo scrive il ministro degli Esteri Lamberto Dini in un articolo apparso su "La Nazione", "Il Giorno" e "Il Resto del Carlino".

A questo desiderio - prosegue il ministro - risponde pienamente l’iniziativa "Italia Giappone 2001". Non è soltanto un grande evento culturale. E’, anche, un’iniziativa di rilevante valore politico, grazie alla quale intendiamo rafforzare l’amicizia e la conoscenza reciproca tra due Paesi che soltanto la geografia separa, uniti come sono da comuni valori di democrazia di libertà e di progresso civile che fondano sulle tradizioni del passato le premesse e le prospettive del loro avvenire.

Un’iniziativa - conclude Dini - che, da parte nostra, ha visto riunite tutte le forze vive del Paese, sia del settore pubblico che del settore privato, sono l’egida della "Fondazione Italia Giappone 2001". Abbiamo compiuto, tutti insieme, uno sforzo rilevante, contribuendo così a rendere questo progetto un’iniziativa corale del Paese. (Inform)


Vai a: