* INFORM *

INFORM - N. 36 - 19 febbraio 2001

Appello della Migrantes per l’esercizio del voto degli italiani all’estero

ROMA - Di fronte alle tergiversazioni del Parlamento Italiano a proposito dell’approvazione della legge sull’esercizio del voto per gli Italiani residenti all’estero, i Direttori Regionali Migrantes, riuniti a Rimini il 13 e 14 febbraio per il loro convegno annuale, si rendono interpreti del disagio e dell’amarezza sempre più crescenti che serpeggiano tra i connazionali su questi incomprensibili ritardi.

All’atteggiamento di attesa e di fiducia con cui erano stati accolti gli impegni presi dai rappresentanti politici nel corso della prima Conferenza degli Italiani nel Mondo dello scorso dicembre, sta succedendo un sentimento di sconforto e di rabbia.

I Direttori Regionali Migrantes, pur rendendosi conto che il voto in loco non è tutto, sottolineano la rilevanza morale e politica della possibilità che alcuni emigrati siano presenti nei massimi consessi legislativi del Paese.

In questo senso la Migrantes fa appello agli onorevoli Presidenti delle due Camere ed ai Capi gruppo parlamentari perché gli italiani residenti all’estero non siano ulteriormente penalizzati nell’esercizio di un diritto sancito da sempre dalla Costituzione e ribadito da due votazioni qualificate di modifica costituzionale dell’attuale Parlamento. (Migranti press/Inform)


Vai a: