* INFORM *

INFORM - N. 31 - 12 febbraio 2001

Ricostruire i Balcani: a che punto siamo?

Conferenza stampa di presentazione del "Dossier sulla ricostruzione dei Balcani"

ROMA - Un dossier di 70 pagine con dati e cifre che – con il punto di vista delle organizzazioni umanitarie e di volontariato che con l’ICS (Consorzio Italiano di Solidarietà) sono impegnate dall’inizio delle guerre in ex Jugoslavia - ripercorre le tappe dell’intervento italiano ed internazionale per la ricostruzione dei Balcani, dopo la fine della guerra: fondi stanziati, impegni presi, strategie, iniziative concrete. La presentazione nel corso di una conferenza stampa nella Sala Rossa del Senato (Palazzo Madama) in Roma alle ore 11,30 del 14 febbraio.

Il Dossier vuole rispondere a queste domande:

Sulla ricostruzione dei Balcani le idee e le proposte della società civile

Nello stesso giorno alle ore 14,30 a Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43, Roma - una riunione autoconvocata del Tavolo di coordinamento sulla ricostruzione sociale, economica e democratica dei Balcani: le idee e proposte della società civile.

L'autoconvocazione del Tavolo di coordinamento scaturisce dalla presa d’atto dell’assenza - nelle istituzioni nazionali - di un ruolo di coordinamento dell’iniziativa della ricostruzione nei Balcani. Il Consorzio Italiano di Solidarietà, impegnato nei Balcani sin dall’inizio delle guerre jugoslave, ha segnalato da sempre il tema del coordinamento dell’intervento dei diversi attori italiani nei Balcani, della necessità di interventi ben più significativi di ricostruzione sociale e civile, della dotazione - ancora insufficiente - di strumenti adeguati a sostenere questo impegno: la legge per la partecipazione italiana alla ricostruzione dei Balcani non è stata ancora approvata dal Parlamento.

Scopo della riunione è quello di favorire lo scambio di informazioni, di esperienze, di strategie tra soggetti istituzionali, economici, nongovernativi attualmente impegnati nei Balcani. Si entrerà nel merito delle strategie, delle politiche, degli interventi finora promossi dai diversi attori; saranno confrontate esperienze e proposte.

L'incontro vuole avere finalità concrete, operative, dare un contributo al miglioramento del ruolo del nostro paese nell’opera di ricostruzione e di pacificazione nei Balcani.

Interverranno fra gli altri: l'on. Valerio Calzolaio (Sottosegretario all''Ambiente), l'on. Umberto Ranieri (Sottosegretario agli Esteri), l'on. Vito Leccese (relatore alla Camera della legge per la ricostruzione), ol min. plen. Antonio Armellini (coordinatore italiano per il Patto di stabilità), il consigliere Roberto Bettarini (responsabile Area Balcani del Ministero degli Esteri), Mauro Valeri (Dipartimento Affari Sociali della Presidenza del Consiglio), Laura Boldrini (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), Massimo Serafini (Legambiente), Giampiero Rasimelli (Forum del Terzo Settore), Nicoletta Dentico (Medici Senza Frontiere), Sergio Marelli (Associazione delle ONG), Margherita Paolini (Limes). (Inform)


Vai a: