* INFORM *

INFORM - N. 30 - 9 febbraio 2001

Il volto di Dio

Bruno Maggiani è l’autore di "Impara a conoscere il volto di Dio nelle parole di Dio. Commento alla Dei Verbum". (Edizioni Messaggero Padova). Terzo volume della nuova collana "Dabar – Logos- Parola"

PADOVA - Questo commento alla Dei Verbum è il nuovo libro della collana "Dabar.Logos-Parola". La collana intende offrire strumenti utili per la lectio divina popolare, che accompagnino ‘incontro di ogni credente con la sacra scrittura. Dopo il "vangelo secondo Luca" (a cura di Arcangelo Bagni) e la "genesi" ( a cura di Gianni Cappelletto) don Bruno Maggioni, uno dei più noti biblisti italiani, docente di esegesi del Nuovo Testamento presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, commenta la Dei Verbum, documento consiliare che è stato definito la magna charta teologia e pastorale di ogni incontro con la Bibbia. Nella collana saranno presentati tutti i libri della Bibbia (in preparazione i volumi Isaia, Salmi, Vangelo secondo Matteo).

Tenendo presente il testo latino della costituzione consiliare, il commento di Bruno Maggioni, permette di cogliere tutto il valore e la permanente attualità della Dei Verbum, affinché il modo si accostarsi alla Bibbia sia non solo corretto dal punto di vista esagetico, ma diventi fonte di vita spirituale e rinvigorista tutta l’azione pastorale della chiesa.

Il volume si inserisce nella collana "Dabar-Logos-Parola" nell’intento di dare ai lettori un fondamento solido e sicuro sia sotto l’aspetto teologico sia sotto il profilo del metodo, evitando così ogni soggettivismo ("a me la Bibbia dice che…" e ogni tentazione di fondamentalismo " è scritto così…").

Seguendo paragrafo per paragrafo le varie parti della costituzione consiliare, il commento ne illustra le affermazioni di particolare importanza, specialmente sulla natura della rivelazione biblica, sul rapporto tra Parola di Dio scritta e Tradizione, sul ruolo dell’Antico Testamento rispetto al Nuovo, sul come la Bibbia debba essere letta e interpretata. Nelle pagine conclusive c’è infine una breve valutazione di come la Chiesa italiana ha saputo porre la Bibbia al centro della sua vita, senza tacere i limiti e le difficoltà che restano ancora da disputare. (Inform)


Vai a: