* INFORM *

INFORM - N. 29 - 8 febbraio 2001

Dini a Sydney: l'accordo Corriere della Sera-Morning Herald contribuisce alla diffusione della lingua italiana in Australia

SYDNEY - Il ministro degli Esteri Lamberto Dini, in visita in Australia, è intervenuto in occasione del lancio della pubblicazione del Corriere della Sera insieme al Sydney Morning Herald.

L’iniziativa - ha detto - assume un rilievo particolare nell’Australia di oggi. Essa infatti, con l’ingresso nel terzo Millennio, celebra il centesimo anniversario della sua indipendenza. Qui vivono oltre un milione e mezzo di persone di origine italiana che rappresentano il tessuto connettivo di una azione positiva che l’Italia intende continuare a svolgere per rafforzare ulteriormente la sua presenza in questa affascinante isola-continente.

La pubblicazione in Australia del Corriere della Sera, che segue a breve distanza di tempo quelle già realizzate a New York, in Argentina, in Brasile e in Venezuela, risponde - ha proseguito Dini - a un’esigenza crescente, quella di un più completo, puntuale e immediato flusso di notizie sull’Italia e dall’Italia, che si rivolga principalmente, ma non soltanto, a coloro che per scelta o per necessità si trovano a vivere lontano dalla Patria di origine. Contiamo, così, di contribuire a dare nuovo vigore a legami che, seppur intensi, sono spesso affidati ai ricordi o ai racconti dei padri.

E’ anche grazie a iniziative quali quella del Corriere della Sera che viene offerto alla lingua italiana un veicolo per la sua capillare diffusione. Un veicolo certamente diverso da quello, tradizionale e fondamentale, rappresentato dai corsi di apprendimento scolastico. Due strumenti di diffusione della lingua italiana tra loro complementari che consentono, interagendo, di contribuire a ridurre quella distanza geografica che separa due Paesi altrimenti così vicini.

Rivolgendosi ai nostri connazionali in Australia, Dini ha aggiunto: Voi, che avete lasciato l’Italia alla ricerca di un domani migliore, con sacrifici e rinunce avete saputo cogliere le immense opportunità offerte da questo meraviglioso Paese, guadagnandovi il rispetto di tutti. Il vostro contributo allo sviluppo della società australiana, soprattutto nel senso della sua apertura a nuove culture e tradizioni, è stato costante e convinto e ha dimostrato come una società più aperta porti benefici a tutti, non solo sul piano economico ma anche nella quotidiana costruzione della convivenza.

Voi avete saputo integrarvi perfettamente- ha concluso ilo nostro Ministro degli Esteri - , adattandovi alle sollecitazioni provenienti da un mondo in continua evoluzione, senza rinunciare a quel senso di appartenenza all’italianità che contraddistingue le nostre collettività sparse per il mondo e che rappresenta un patrimonio immenso da non disperdere. (Inform)


Vai a: