* INFORM *

INFORM - N. 27 - 6 febbraio 2001

Un articolo di Domenico Azzia Presidente "Sicilia Mondo"

Il volontariato delle nuove generazioni è l'anima delle comunità italiane nel mondo

CATANIA - Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2001 "Anno Internazionale del Volontariato". La scelta è certamente quella del messaggio a tutti i volontari del mondo ad essere più operativi e più vicini tra loro in una società sempre meno governabile e sempre più attraversata da ingiustizie, diseguaglianze e povertà vecchie e nuove. Una scelta per essere il fiore all'occhiello per il nuovo millennio. In realtà il volontariato rappresenta la parte migliore della società, cioè quella che per propria scelta, senza fine di lucro ed al di fuori di ogni obbligo, si muove per dare risposte ai bisogni dell'uomo. ùIl campo di azione del volontariato abbraccia settori vastissimi della società, da quello delle povertà tradizionali, ai settori civili della promozione della cultura, della educazione, della cooperazione, a quello delle integrazioni e delle alternative ai sistemi assistenziali ed istituzionali, a quello più generico della solidarietà in tutti i casi e situazioni di precarietà, incertezze ed emergenze in cui si avverte l' esigenza del sostegno, dell'intervento e dell'aiuto.

Un vero e proprio arcipelago del "non profit" e del servizio di utilità sociale proteso verso la costruzione di una società più umana e più giusta. Il volontariato fa parte del patrimonio e della cultura italiana. Si contano a milioni gli italiani che singolarmente o attraverso organismi ed associazioni dedicano la loro vita o parte del loro tempo, nel privato e nel pubblico, al servizio dell'uomo e della società a livello locale, nazionale ed internazionale.

Nel nostro Paese l'esperienza del volontariato è legata all'impegno di solidarietà che ha 2000 anni di vita quanto quella del cristianesimo e rappresenta una grande risorsa; cresce la cultura del volontariato, cresce il numero dei volontari, cresce il numero di quelli che guardano al volontariato come l'organismo capace di dare speranze e risposte a tutti i bisogni. Volontariato e solidarietà sono il patrimonio culturale che intere generazioni di italiani, nei 150 anni di storia del nostro Paese, hanno portato, fatto conoscere e diffuso in tutti i continenti. Un patrimonio ancora vivo sul quale è radicato il mondo italiano, il suo modo di vivere e di stare con gli altri, cioè quella cultura italiana che ha reso i nostri connazionali prestigiosi protagonisti in tutte le parti del mondo.

Nell'Anno Internazionale del Volontariato vogliamo ricordare le libere associazioni di emigrazione come il primo modello di volontariato e di solidarietà globalizzati al servizio delle comunità italiane emigrate. Un ruolo storico straordinario ed unico se si pensa che per oltre un secolo è stato l'unico strumento di collegamento e di legame di milioni di italiani all'estero. Le libere associazioni di volontariato nascono come prima esigenza di difesa, di aggregazione, di solidarietà, di collegamento, di partecipazione e di promozione. Un modello associativo sempre in movimento e sempre punto di partenza aperto al nuovo ed ai cambiamenti della società.

Ancora oggi questa esperienza classica di associazionismo e di volontariato rimane lo strumento più efficace su scala mondiale per la diffusione della cultura e della lingua italiana. E' questa l'esperienza sulla quale coinvolgere le nuove generazioni che vivono all'estero. La ricerca e la valorizzazione della appartenenza e della identità costituisce un forte richiamo ed affascina i giovani. Stimolare la loro capacità creativa ed il loro impegno nel volontariato significa attivare una risorsa dalle potenzialità inestimabili. Un progetto per promuovere e monitorare la cultura italiana nel mondo da mettere in rete su una mappatura delle associazioni di volontariato in tutti i continenti è la strada da percorrere per dare dimensione mondiale all'immagine del paese Italia.

Le nuove generazioni impegnate nel volontariato oltre ad essere una risorsa sono la vera anima della società italiana nel mondo. (Mimmo Azzia-Inform)


Vai a: