* INFORM *

INFORM - N. 20 - 26 gennaio 2001

Zoratto: I partiti del centro-sinistra e Forza Italia uniti contro il voto all’estero

STOCCARDA - "Le chiacchiere della senatrice Franca D’Alessandro Prisco (DS) non ci convincono. La sua parte politica, come Forza Italia, è corresponsabile delle lungaggini provocate ad arte al Senato, per non far partecipare alle prossime consultazioni politiche gli italiani residenti all’estero". Così commenta Bruno Zoratto, membro del Comites di Stoccarda e consigliere CGIE per la Germania, le recenti dichiarazioni della relatrice della legge.

"Basta dare uno sguardo al nuovo testo in discussione per renderci conto della malvagità di alcuni comportamenti", continua Zoratto. "Per ragioni di "opportunità internazionale" fu scelta quasi unanimemente la via di riforma (fatto storico, questo!) per inserire nella Carta costituzionale l’esistenza di una Circoscrizione Estero, escludendo così i riferimenti ai singoli Paesi che per certuni ledevano la loro sovranità".

"Ora, nel nuovo testo vediamo che i partiti di centro-sinistra hanno riproposto i Collegi continentali di singoli Paesi, annullando e contraddicendo una riforma che è il frutto di 45 anni di lotte politiche. Con quale coraggio - conclude Zoratto - si viene ora a rigirare la frittata per affibbiare agli altri la propria responsabilità e la propria inettitudine, non avendo il coraggio di esternare a voce alta la propria contrarietà a questo sacrosanto diritto?". (Ctim press/Inform)


Vai a: