* INFORM *

INFORM - N. 16 - 22 gennaio 2001

I due terzi del contributo governativo investiti dalla Dante Alighieri per sostenere la diffusione della lingua italiana

ROMA - La Società Dante Alighieri ha investito circa i due terzi del contributo governativo assegnatole al fine di sostenere la lingua italiana. E' stato infatti notevole, da parte della "Dante", l'impegno di spesa per la distribuzione delle borse di studio.

Nel corso dell'anno accademico 1999-2000 è stato stanziato 1.601.500.000 di lire, di cui 1.295.000.000 per assegni di studio agli studenti stranieri e 306.500.000 per le borse di specializzazione linguistica messe a disposizione nell'ambito del progetto "Plida" curato dalla Società. La Dante Alighieri, con le sue sedi sparse capillarmente nei cinque continenti, garantisce infatti a coloro che desiderano imparare la nostra lingua tutti gli strumenti necessari per l'apprendimento, favorendo gli studenti più volenterosi proprio grazie al contributo che il Governo mette a disposizione della Società. (Inform)


Vai a: