* INFORM *

INFORM - N. 15 - 19 gennaio 2001

Dalla Regione Veneto un sollecito al Governo perché accolga le richiesta avanzate in materia di immigrazione

VENEZIA - La Commissione regionale per la concertazione tra le parti sociali, riunitasi a Venezia sotto la presidenza dell’assessore al lavoro del Veneto Raffaele Grazia, ha votato un ordine del giorno che sollecita non solo ad approvare al più presto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sui lavoratori non comunitari di cui è consentito l’ingresso nel 2001, ma soprattutto che corrisponda alle reali esigenze del Veneto e autorizzi in un’unica soluzione tutti gli ingressi richiesti.

Nel documento - evidenzia Grazia - si afferma che per affrontare gli squilibri quantitativi e qualitativi nel mercato del lavoro del Veneto si rendono necessarie efficaci politiche di riequilibrio da parte del Governo e della Regione e in quest'ottica i lavoratori extracomunitari costituiscono una risorsa indispensabile per fornire una risposta, seppur parziale, a quelle esigenze che sono palesemente riscontrabili nella determinazione dei fabbisogni condotta dal Ministero del Lavoro, tramite la Direzione Regionale del Lavoro, a seguito della consultazione con le parti sociali.

La commissione - conclude Grazia - ha quindi ribadito che l’approvazione tempestiva, in un’unica soluzione ed in quantità adeguata, del decreto che fissa annualmente il numero dei lavoratori non comunitari di cui è consentito l’ingresso in Italia, rappresenta una condizione essenziale per dare una risposta alle esigenze del mercato produttivo veneto, sottolineando che ciò assume particolare rilevanza nella gestione delle quote riferite ai lavoratori stagionali. (AVN/Inform)


Vai a: