* INFORM *

INFORM - N. 11 - 15 gennaio 2001

L'immigrazione a "Italia chiama Italia"

ROMA - Si parla di immigrazione nella puntata di "Italia chiama Italia" in onda martedì 16 gennaio in Africa e Americhe e mercoledì 17 in Australia. E' di qualche giorno fa la richiesta, da parte degli industriali italiani, di portare ad oltre 100 mila la quota di ingressi di extracomunitari prevista per il 2001 contro quella fissata dal governo che ha calcolato poco più di 63 mila permessi. Si tratta di un divario fra domanda e offerta che riapre, ancora una volta, il dibattito sull'immigrazione, sulle norme che la regolano e sulle iniziative per frenare quella clandestina.

Su questi argomenti si confronteranno i tre ospiti in collegamento telefonico con "Italia chiama Italia". Si tratta - riferisce la curatrice della trasmissione di Rai International, Maryna Natoli - di tre connazionali che vivono all'estero, per l'esattezza in Australia, Svizzera e Tunisia. Il dibattito parte dalla nuova legge sull'immigrazione attualmente all'esame del Parlamento dove non pochi sono stati i punti di contrasto fra le diverse forze politiche, a cominciare dalla decisione di non considerare reato l'immigrazione clandestina. (Inform)


Vai a: