* INFORM *

INFORM - N. 10 - 12 gennaio 2001

Collaborazione tra Regione Emilia-Romagna e Ungheria

BOLOGNA - Il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani ha ricevuto il Console generale ungherese Géza Raffay e il Console onorario Miliczky Erzsébet. Al centro dell'incontro è stata la possibilità di costruire collaborazioni su temi specifici nel settore delle attività produttive.

La Regione Emilia-Romagna sta realizzando assieme all'Ungheria un progetto per formare ed accrescere le capacità di utilizzo, da parte delle amministrazioni ungheresi, dei fondi europei. La definizione del progetto, inserito nel programma europeo Phare, vede la collaborazione di quattro Regioni italiane (Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Basilicata) e le loro agenzie di sviluppo ed una partecipazione della Germania (Brandeburgo).

"Il fatto di essere parte di un progetto per la promozione e la integrazione dei Paesi nell'Unione Europea - ha detto Errani - è per noi una un'ottima opportunità per costruire anche relazioni più consolidate con l'Ungheria e la Comunità Europea".

"Si può partire da qui - ha aggiunto - per creare una collaborazione più stretta su vari temi, dall'innovazione nell'ambito delle attività produttive, ai servizi, costruendo anche rapporti con altre regioni europee e utilizzando gli strumenti che l'Unione mette a disposizione per sostenere l'ingresso di nuovi Stati".

"L'Emilia-Romagna può offrire molto sul piano amministrativo ed economico - ha sottolineato il Console generale - e già sono in atto scambi commerciali di alto livello tra l'Ungheria e questa regione ma si può fare di più, per esempio nell'ambito termale in cui l'Emilia-Romagna vanta una buona esperienza".

A questo proposito Errani ha proposto di ragionare su progetti territoriali, individuando aree di interesse economico, puntanto a costruire le relazioni tra gli operatori dei due territori con l'appoggio delle istituzioni. (CL-Inform)


Vai a: