* INFORM *

INFORM - N. 5 - 7 gennaio 2001

L'eurodeputata Cristiana Muscardini: far luce sui casi di malattia grave che hanno colpito i soldati italiani della forza di pace in Kosovo

BRUXELLES - L'on. Cristiana Muscardini, a nome della delegazione di Alleanza Nazionale al Parlamento europeo, ha presentato al Consiglio e alla Commissione due interrogazioni sui casi di tumori e leucemie gravi che hanno colpito i soldati italiani impegnati nelle operazioni di pace in Kossovo e sulle conseguenze che i bombardamenti all'uranio impoverito hanno causato alle popolazioni civili, ai soldati dei vari contingenti di pace e ai volontari impegnati in ex-Jugoslavia.

Alla luce poi della recrudescenza dei casi di leucemia, melanoma e tumori gravi cui si assiste tra i cittadini dell'Unione, l'on. Cristiana Muscardini, capo delegazione di Alleanza Nazionale in seno al Parlamento europeo e vice presidente del Gruppo Unione per l’Europa delle Nazioni, ha chiesto una commissione di inchiesta urgente per avere dati scientifici attendibili sulla correlazione tra l'uso di uranio impoverito e i casi di malattia grave riscontrati.

L'on. Muscardini ha già presentato richiesta, alla Conferenza dei Presidenti, per iscrivere nel prossimo ordine del giorno della sessione plenaria di Strasburgo una dichiarazione del Consiglio e della Commissione sulla tematica dell'uso di proiettili all'uranio impoverito durante la guerra in Kossovo. (Inform)


Vai a: