* INFORM *

INFORM - N. 5 - 7 gennaio 2001

Germania - Ad un anno dall’entrata in vigore della nuova legge sulla cittadinanza

BERLINO - Quest’anno, grazie alla nuova legge sulla cittadinanza, dei 100.000 bambini, nati in Germania da genitori stranieri, circa 50.000 hanno ottenuto automaticamente al momento della loro nascita la nazionalità tedesca. Si tratta di coloro che hanno almeno un genitore che risiede da otto anni nella Repubblica Federale e che da tre possiede un permesso di soggiorno illimitato. Secondo i calcoli dell’Ufficio dell’Incaricata per gli stranieri, si è raddoppiato il numero degli adulti che hanno richiesto la naturalizzazione. Il test linguistico obbligatorio non ha rappresentato un ostacolo al conseguimento del passaporto tedesco. Quasi nessuno è stato respinto per non aver superato l’esame. La selezione ha operato, tuttavia, a monte, scoraggiando coloro che non conoscono in modo sufficiente la lingua.

Scarso interesse, invece, ha risvegliato la possibilità, limitata per ora solo all’anno 2000, di ottenere in modo facilitato la cittadinanza tedesca per i bambini fino all’età di dieci anni. Gli aventi diritto sarebbero 350.000, ma solo il 10 % circa delle famiglie ha inoltrato la domanda. Oltre che dalla tassa relativamente alta (500 marchi), i genitori sono stati frenati probabilmente anche dalla prospettiva di avere dei figli di nazionalità diversa dalla propria e dalla mancanza di informazione. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: