* INFORM *

INFORM - N. 2 - 2 gennaio 2001

Tremaglia: Ciampi ha riconosciuto i diritti degli italiani nel mondo

Indispensabile ora l'immediata approvazione della legge ordinaria per l'esercizio del voto all'estero

ROMA - "Abbiamo tutti ascoltato il nobile messaggio del Capo dello Stato per il nuovo anno, che ha richiamato gli italiani ai valori della nostra storia, della nostra tradizione, al culto solenne per la Patria", ha dichiarato l'on. Mirko Tremaglia, presidente del Comitato parlamentare degli italiani nel mondo.

"In questo quadro - ha proseguito Tremaglia - va sottolineata la forza con la quale il Presidente della Repubblica ha inneggiato ancora una volta ai cittadini italiani all'estero, alle loro grandi capacità che onorano l'Italia e ai loro diritti.

In particolare, ha ricordato la grande vittoria della riforma costituzionale, con la revisione degli articoli 48, 56 e 57 della nostra Costituzione che ha determinato così la parità dei diritti, in particolare per l'esercizio del voto all'estero.

Ho avuto la buona sorte di parlare con il Presidente della Repubblica subito dopo il suo discorso televisivo di Capodanno, e a lui ho espresso il mio compiacimento anche a nome dei connazionali che abbiamo l'onore di rappresentare.

Ho espresso altresì la necessità - ha concluso Tremaglia - che ha legge ordinaria, ferma al Senato, indispensabile per l'attuazione delle norme costituzionali per rendere possibile la partecipazione degli italiani all'estero alle prossime elezioni politiche, venga immediatamente in tempo utile approvata". Inform)


Vai a: