Trattamenti occulti da parte di terzi

width="71"Trattamenti occulti da parte di soggetti terzi
Criticità degli identificatori d’età (“age sender”)

Indipendentemente da qualsiasi misura preventiva adottata dal fornitore di accesso (anche differenziato) ad Internet, alcuni soggetti presenti su internet in qualità di fornitori di servizi, fornitori di contenuti, distributori di merci, etc. possono utilizzare abusivamente alcune tecnologie di Internet per effettuare trattamenti occulti dei dati personali di altri soggetti che accedono ad Internet. Tali trattamenti occulti, comunque illeciti ai sensi della vigente disciplina sui dati personali, assumono speciale gravità nel caso in cui siano effettuati in danno del minore.

Occorre inoltre segnalare ai genitori e agli educatori la pericolosità, per il minore, dei modelli di navigazione differenziata basati sui cosiddetti “age sender” (“identificatori di età”).

Tale metodica, inizialmente proposta per rendere nota ai fornitori di servizi e di contenuti la presenza in rete del minore, presenta ineludibili criticità nella misura in cui favorisce eventuali tentativi di adescamento e fornisce un target mirato per campagne di marketing on-line orientate al minore.
Benché in ottemperanza al principio di indifferenza tecnologica, il Codice limiti, ma non escluda a priori, l’impiego di “identificatori di età”.

MC-link raccomanda vivamente di evitare i trabocchetti impliciti in tale tecnologia.

Indipendentemente dall’eventuale ricorso a servizi di accesso differenziato ad Internet,oltre araccomandare al minore che utilizza Internet di:

  • non dare a nessuno informazioni personali e della famiglia (nome, cognome, età, indirizzo, numero di telefono, nome e orari della scuola, nome degli amici),
  • non dare a nessuno informazioni e dati di carte di credito o informazioni bancarie, ed in generale non compilare moduli on line,
  • non accettare inviti, appuntamenti e non inviare foto,
  • non scaricare – senza parlarne con gli adulti – loghi, suonerie, immagini o file in genere, sia da Internet che come allegati a messaggi di posta elettronica, che possono creare intromissioni nel computer, ovvero possono comportare costi o addebiti indesiderati,
  • leggere sempre con attenzione tutte le indicazioni di accettazione alla navigazione del sito e nel dubbio parlane con un adulto,

MC-link suggerisce inoltre di configurare il “browser” utilizzato dal minore per la navigazione in modo tale da accettare esclusivamente “cookie” temporanei. L’Help Desk di MC-link (0641892434) è a disposizione dei nostri abbonati per aiutarli in una corretta configurazione del browser.