A Le Albere la rete non conosce limiti

Attivate le prime utenze in fibra ottica a Le Albere.
Paolo Nuti, Presidente di MC-link, “Abbiamo coperto l’intera area di Trento e Rovereto con la nostra rete di telecomunicazioni di grande qualità e Le Albere rappresenta l’eccellenza: i clienti residenziali attivati nel comprensorio delle Albere sono in assoluto i primi in Trentino ad essere serviti completamente in fibra fino a casa.”

Trento, 05/08/2013 – La nuovissima area residenziale Le Albere a Trento è entrata in una fase di grande vitalità, anche per quanto riguarda le telecomunicazioni. I cittadini e le imprese che hanno deciso d’insediarsi nel complesso progettato da Renzo Piano sono infatti serviti da una rete di telecomunicazioni di nuova generazione (NGAN) in fibra ottica che costituisce  il primo esempio, in Trentino, di rete di accesso completamente FTTH (Fiber To the Home) sia per le utenze affari che residenziali.

La notorietà di Le Albere sta ora superando i confini locali grazie all’attenzione nata attorno al progetto ideato dall’archistar genovese e alla sua capacità di coniugare ambiente, risparmio energetico, sostenibilità in un contesto unico come quello della città di Trento. E ora dentro alle costruzioni corrono oltre 1.000 chilometri di fibre ottiche capaci di far viaggiare  una quantità elevatissima di dati e in grado di alimentare qualunque utenza, anche diversi super televisori 4K, il nuovo standard di altissima qualità che sarà disponibile sul mercato nel prossimo autunno e che porterà nelle case un livello di definizione video e audio senza precedenti. “Quello che conta sotto il profilo della “user experience” – ha dichiarato Paolo Nuti, Presidente di MC-link, -“non è tanto la velocità massima di un collegamento, quanto la quantità media di banda per ciascun utente e come l’Operatore gestisce la qualità dei  servizi voce. Nelle reti di nuova generazione completamente in fibra, la disponibilità di banda è molto superiore a quella delle reti di accesso in rame, ma per ottenere le migliori prestazioni è fondamentale la capacità progettuale  e operativa di chi le gestisce”.

Sin dall’unione con Alpikom avvenuta nel 2009, MC-link, società specializzata in telecomunicazioni con sede a Trento e da febbraio quotata al listino AIM della Borsa Italiana, ha effettuato considerevoli  investimenti nel territorio trentino e sviluppato una rete di telecomunicazioni di alte prestazioni. I primi collegamenti su rete di accesso in fibra ottica di nuova generazione attivati alle Albere rientrano in questa filosofia ed hanno potenzialità e flessibilità elevatissime.

In linea con i progetti e le strategie della Provincia Autonoma di Trento tesi a promuovere lo sviluppo delle reti di telecomunicazione di nuova generazione, oltre alla rete super veloce composta da fibra ottica FTTH “illuminata” con tecnologia sia Punto-Punto che GPON allestita alla Albere, MC-link ha svliuppato  a Trento e Rovereto città una rete proprietaria con possibilità di accesso alla fibra ottica e nella zona industriale di Rovereto, a valle di  un “Accordo di Programma” con Trentino Network, si accinge ad attivare i primi collegamenti su fibra ottica business di alto profilo. Tante tecnologie per mettere a disposizione dell’utente finale la soluzione più soddisfacente.

“A Le Albere” – sottolinea Nuti – “si vede la punta di un iceberg fatto di tecnologia, design e sostenibilità, forse quello che ancora non si vede, ossia la parte inferiore dell’iceberg, è come potrà cambiare la quantità e qualità dei servizi disponibili via fibra e di conseguenza il miglioramento di molti aspetti della vita privata, sociale e lavorativa. Diventerà più facile svolgere da casa lavori che richiedono un’ampia banda e tutti i componenti della famiglia potranno accedere simultaneamente con la stessa connessione, anche per puro divertimento, a qualunque servizio disponibile in rete. Noi abbiamo fatto la nostra parte e ora vedremo come il mercato sfrutterà questa nuova opportunità”.

A fianco delle aree residenziali e di quella del MuSe, stanno per insediarsi anche importanti realtà economiche come il gruppo assicurativo Itas che, grazie ai servizi di connettività ad alta sicurezza di MC-link e alle competenze di Dedagroup ICT Network nei servizi cloud, si appresta a trasferire i propri uffici a Le Albere senza soluzione di continuità nel processo lavorativo. La fibra ottica si rivelerà utile anche ai cittadini che, ad esempio, grazie alla SmartParking riusciranno a trovare più rapidamente un parcheggio per le proprie automobili, riducendo così il consumo di carburante e la produzione di CO2.

“I 116.000 metri quadrati di Le Albere – conclude Paolo Nuti – sono da considerarsi uno spazio dove non esistono limiti all’accesso digitale in rete. Qualunque idea, servizio, prodotto digitale qui può essere immaginato, utilizzato e condiviso. Un’opportunità per i giovani più fantasiosi e competenti che qui possono dar vita a un grande laboratorio di idee”.

Scarica il Comunicato Stampa